Atletica, Barontini trionfa ai Campionati Italiani Indoor di Ancona

Grande impresa per il 18enne della Sef Stamura Ancona, che conquista in casa il tricolore degli 800 metri con il record italiano juniores. Vandi bronzo al femminile

Un’altra giornata memorabile per l’atletica delle Marche, nei Campionati italiani assoluti indoor ad Ancona. Il Palaindoor esplode di gioia per la nuova impresa di Simone Barontini, che conquista un altro successo tricolore davanti al pubblico di casa. Stavolta il 18enne della Sef Stamura Ancona si impone al massimo livello nazionale sugli 800 metri, con il record italiano juniores in 1:49.40 al termine di un’irresistibile volata finale. Davanti a tutti c’è ancora lui, il mezzofondista allenato da Fabrizio Dubbini, padrone della gara con uno sprint che non lascia scampo a nessuno. Era la sua prima partecipazione agli Assoluti, però il risultato non cambia rispetto alle manifestazioni giovanili: battuti gli avversari per distacco (quasi due secondi sugli inseguitori), superato anche il precedente limite nazionale under 20 di 1:49.58, realizzato quattro anni fa dal veneto Emilio Perco ad Ancona, oltre a quello regionale assoluto che gli apparteneva. Dopo sei titoli di categoria, ora c’è la consacrazione nell’atletica dei grandi. A premiarlo Gianmarco Tamberi, il campione mondiale indoor ed europeo di salto in alto, in netta ripresa dal recente intervento, che fa il tifo in mezzo ai tanti spettatori presenti e poi festeggia insieme all’altro talento anconetano con il caratteristico gesto “halfshave” sul podio. Per Barontini, bronzo europeo under 18 degli 800 metri, è il secondo primato italiano in carriera sulla distanza dopo quello allievi all’aperto, con 1:48.76 nella scorsa stagione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Un’emozione indescrivibile! Vincere per la prima volta un titolo italiano assoluto - esclama - con un record italiano juniores e davanti al pubblico di casa, è davvero stupendo! Mi aspettavo un buon risultato, perché sapevo di essere in forma anche se non ho finalizzato la stagione indoor. Ma tra pensarlo e riuscirci davvero, c’è di mezzo un mare! In casa ha sempre un altro sapore. Sono contento anche per aver corso bene dal punto di vista tecnico ed è stato bello condividere il podio con il coetaneo Andrea Romani, che è arrivato terzo. E’ una vittoria anche del mio allenatore, delle tante persone che erano al Palaindoor per vedermi, ma la dedica speciale è per Andrea Gargamelli, un amico e compagno di tanti allenamenti, che mi ha fatto crescere sul campo. Ora è negli Stati Uniti per lavoro e immagino che, dopo aver visto la gara in diretta streaming, avrà ribaltato il computer... Il prossimo impegno sarà tra due settimane al Triangolare indoor di Halle, in Germania, e nella stagione all’aperto punto agli Europei under 20 di Grosseto, a testa bassa, pensando solo a correre».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento