Domenica, 26 Settembre 2021
Sport

«Basta chiacchiere, vogliamo vincere»: gli ultras contestano l'Anconitana

Striscioni di protesta anche davanti all'azienda del presidente Marconi, che replica: «Stanziati 600mila euro per il campionato, arriveranno tre acquisti»

«Ha un limite la nostra pazienza: non sarà tollerato un altro anno di Eccellenza». «Basta promesse, vogliamo vincere». E ancora: «Ancona merita rispetto: fatti, non chiacchiere». E’ il contenuto dei tre striscioni esposti dagli ultras dell’Anconitana sull’asse nord-sud, allo stadio Dorico e davanti alla sede della Rays per contestare l’operato del presidente Stefano Marconi, a una decina di giorni dall’inizio del campionato. In una nota, la Curva Nord ha spiegato così le ragioni della protesta. 

«Vista la stagione fallimentare dello scorso anno, fortunatamente o sfortunatamente (dipende dai punti di vista) non conclusa e vista la inconcludenza attuale, nonostante i tanti proclami, è chiaro e lampante che ad oggi non siamo ancora pronti a ridosso del campionato a svolgere un ruolo da assoluta protagonista come la piazza meriterebbe, anzi stiamo cadendo nel ridicolo giorno dopo giorno. Noi non tollereremo più tentennamenti e incertezze e l'unico obiettivo deve essere vincere! Pertanto è arrivato il momento di mantenere fede a tutte le promesse fatte a Curva Nord e a tutto il popolo biancorosso». 

La replica del presidente Stefano Marconi è arrivata su Radio Tua: «Abbiamo stanziato 600mila euro per disputare il campionato di Eccellenza, il d.s. Arciprete e il consulente Pieroni sanno che dobbiamo vincerlo. Mi sono affidato a persone esperte come mi era stato chiesto: mi aspettavo una campagna acquisti migliore, qualcosa non ha funzionato». Il d.s. Arcipreti ha assicurato che arriveranno tre acquisti nelle prossime ore: un difensore, un centrocampista e un attaccante «di grandissimo valore». 

Intanto, la prima di campionato si avvicina: l’esordio con il Marina dovrebbe avvenire in anticipo sabato 26 settembre alle ore 14,30 a Senigallia, su richiesta delle due società e a porte chiuse come disposto dal Governo fino al 7 ottobre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Basta chiacchiere, vogliamo vincere»: gli ultras contestano l'Anconitana

AnconaToday è in caricamento