Mercoledì, 16 Giugno 2021
Sport

Fa la partita e vince, l'Ancona 1905 batte L'Aquila 1 a 0

Prima dell'inizio della gara la società e i tifosi omaggiano il ricordo di Luca canonici, per tutti "Cannò". L'Ancona lo fa con un mazzo di fiori consegnato sotto la curva. Gli ultrà con uno striscione: "Forte il braccio che alzerà la bandiera...Ciao Luca"

La curva dell'Ancona

L'Ancona fa la partita, piace e vince anche se sul finale sciupa tanto. Alla fine basta un gol, quello di Lombardi, al primo centro in stagione, che con un gran diagonale di potenza sotto la traversa batte un incolpevole Zandrini. Prima dell'inizio della gara la società e i tifosi omaggiano il ricordo di Luca Canonici, per tutti "Cannò". L'Ancona lo fa con un mazzo di fiori consegnato da capitan Mallus sotto la curva. Gli ultrà con uno striscione: "Forte il braccio che alzerà la bandiera...Ciao Luca". 

Si può iniziare davanti a 1.977 spettatori, di cui 150 arrivati dal capoluogo abruzzerse. Avvio scoppiettante con un'Ancona che si propone, costruisce gioco, soprattutto sulla fascia sinistra e si va vedere parecchio dalle parti dell'estremo difensore dell'Aquila. Come al 15° con un tiro di Casiraghi che chiama subito alla risposta Zandrini, poi al 16° colpo di testa di Konate e deviazione oltre la traversa, ancora risposta di Zandrini. L'Ancona 1905 c'è e costruisce anche il gioco. Al 24° fallo al limite dell'area su un ottimo Casiraghi e calcio di punizione per i biancorossi. Tira prorpio il centrocampista 22enne. Parata del portiere, la palla resta, brivido, e poi in qualche modo gli aquilani spazzano via. E' la prima vera occasione per i padroni di casa, che continua ad attaccare. Ma l'Aquila non sta a guardare e si fa vedere diverse volte, come a metà tempo, sul cambiamento di fronte per Desousa, fermato però dal solito Mallus. L'Aquila se la gioca, soprattutto con diverse incorsioni di un pericoloso Mancini. Gara divertente ma ancora 0 a 0 quando scatta la prima mezz'ora del primo tempo. Le squadre si conoscono e cercano spazi, poi nessuna occasione. Il primo tempo si chiude con un brivido dopo il calcio d'angolo dell'Ancona, respinge con i pugni il portiere abruzzese, ripartono gli ospiti velocissimi con una schiera di 5 giocatori che salgono in velocità, sono 5 contro 4, la palla arriva a Mancini che prova a soprenderr Lori da 30 metri. Fuori. Azione sprecata e tutto sotto la doccia senza recupero. Il primo tempo finisce 0 a 0. 

Inizia il secondo tempo e dopo pochi minuti Mr. Cornacchini toglie Cazzola e mette Sassano. Cambia poco e l'Ancona resta con un 4-2-3-1. Poi la partita si sblocca al 51° con un 'azione dell'Ancona che arriva davanti l'aree avversaria, qualche rimpallo, la palla resta lì, arriva Cristiano Lombardi che con un diagonale di esterno a rientrare la schiaffa sotto la traversa alla destra di Zandrini, che si distende ma non può nulla. Ancona 1 L'Aquila 0. Al 60° arriva il primo cambio dei rossoblu: esce Stivaletta ed esce Bensaja. L'Ancona spinge. Sassano davanti l'area, tiro a mezza altezza, di pochissimo fuori mentre il Del Conero ha l'illusione del gol ed esulta. Ma è ancora 1 a 0 per i dorici. L'Ancona, non c'è dubbio, fa la partita, mentre L'Aquila cerca di alzare il baricentro della squadra passando lungo le fasce e lo si vede con l'ultimo cambio per gli abruzzesi: dentro la punta Perna e fuori il centrocampista De Francesco. Perrone si gioca il tutto per tutto. Ma è ancora occasionissima per l'Ancona che sfiora il raddoppio con ottima intuizione di Casiraghi ceh taglia verso Cognini che, a tu per tu col poritere, non passa. Ci mette il piedino Zandrini e la palla resta lì. Ci sono poi almeno altre 2 occasioni per i padroni di casa per raddoppiare ma la sfera non va dentro. 5 minuti di recupero che non cambiano nulla. Basta un gole e l'Ancona vince in casa davanti al suo pubblico. 

AN­CO­NA (4-2-3-1): Lori; Mal­lus, Parodi, Pe­drel­li; Bam­boz­zi; Konate, Cazzola (51° Sassano), Paoi, Cognigni, Ca­si­ra­ghi (85° Radi), Lombardi. A disposizione: Po­liz­zi, Di Sa­ba­ti­no, Ge­lo­ne­se, Radi, Hamlili, Ve­loc­ci, Li­gna­ni, Sas­sa­no, Bussi, Maiorano, Adamo. All. Cor­nac­chi­ni.

L'AQUILA : Zandrini, Bigoni, Piva, Maccarone, Anderson, Stivaletta (60° Bensaja), Ceccarelli (68° Triarico), De Francesco (80° Perna), Desousa, Mancini, Sandomenico. A disposizione: Savelloni, Di Mercurio, Sanni, Cosentini, Bensaja, Iannascoli, Palestini, Milicevic, Mancini, Triarico, Pierna. All. Perrone.

ARBITRA: Giuseppe Strippoli di Bari

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa la partita e vince, l'Ancona 1905 batte L'Aquila 1 a 0

AnconaToday è in caricamento