rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Altro

Apoteosi Falconara, è "doble": batte il Real Statte e vince la Coppa Italia

Al PalaDolmen di Bisceglie le "Citizens" vanno avanti 2-0, vengono raggiunte, ma al secondo tempo supplementare trovano con Dal'Maz la rete che appunta sul petto la coccarda tricolore e regala, dopo la SuperCoppa, il secondo trofeo stagionale

La Coppa Italia resta a Falconara. Al termine di una partita vietata ai deboli di cuore, come lo era stato il quarto di finale riacciuffato per i capelli a 23 secondi dalla fine e superato battendo ai rigori il Bisceglie, come lo era stata la semifinale contro la Lazio cominciata indietro di tre gol e vinta a 7 decimi dalla fine. Il match che metteva in palio il secondo trofeo stagionale non ha fatto eccezione, con l’unica eccezione sul tema rappresentata dall’iniziale vantaggio acquisito dalle Citizens e vanificato dalla rimonta del Real Statte, che ha prolungato il confronto all’extra-time. Dove, con il cronometro agli sgoccioli, una prodezza di Pato Dal’Maz ha scacciato gli spettri della lotteria dei rigori e ha permesso al sodalizio falconarese di realizzare il "Doble" nelle coppe nazionali, dopo la SuperCoppa vinta al PalaBadiali contro il Pescara poco prima dello scorso Natale.

Il Città di Falconara impiega 38” per sbloccare la ventesima finale della Coppa Italia di Serie A Femminile, trasmessa in diretta su Sky Sport. Pato Dal’Maz raccoglie un rinvio un po’ troppo molle della difesa e infila Margarito da posizione centrale. Fatta eccezione per la rete a 7 decimi dalla fine contro la Lazio, le Citizens sono per la prima volta avanti nella Final Eight biscegliese. Il vantaggio carica ancora di più le dominatrici della regular season: Taty e Marta duettano egregiamente, ma cincischiano davanti a Margarito, fallendo clamorosamente il 2-0. Appuntamento col gol, comunque, rimandato di qualche minuto: Janice trasforma in rete un’azione insistita di Isa Pereira, mettendo la palla lì all’angolino, dove Margarito non può arrivare.

C’è solo il Città di Falconara in campo, le scorribande di Janice sono un incubo per la difesa dello Statte. È proprio sull’ennesima incursione della stella portoghese, che Violi non può far altro che atterrarla in area. È calcio di rigore, che Pato però scaraventa addosso a Margarito, che comunque aveva intuito l’angolo. Si può fermare l’indiavolata Janice solo con falli (e quattro ammonizioni), così le tarantine a 4’ dalla fine esauriscono il bonus. Il monologo Citizens continua: Margarito nega a Taty il tris. Ma in perfetto stile Final Eight, dove accade tutto e il suo esatto contrario, anziché il 3-0 arriva il 2-1 che riapre la gara, a 33” dal termine, quando una girata di Belam infila Dibiase (tornata tra i pali dopo l'espulsione dei quarti che l'ha obbligata a fare da spettatrice contro la Lazio).

Il Città di Falconara ha lo stesso approccio da big anche nella ripresa, un peccato per le Citizens che Luciani, sola sul secondo palo, non scarti un cioccolatino al bacio di Marta. Dal 3-1 al 2-2 il passo è breve: Amanda vince un contrasto con Taty, fugge a campo aperto, si presenta a tu per tu con Dibiase, superandola con un morbido pallonetto. Secondo tempo più equilibrato, anche se le grandi occasioni capitano sui piedi di Marta e Janice, ma Margarito para di tutto e di più. Si va ai supplementari.
Non ci si annoia un attimo, le emozioni continuano. Falconara esaurisce subito il bonus falli, Valeria colpisce una traversa, Margarito è ancora straordinaria su una puntata ravvicinata di Luciani. Renata fallisce il Championship Point. A 7 secondi dai rigori un tiro deviato di Pato Dal’Maz regala la ventesima Coppa Italia, seconda di fila, al Città di Falconara.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apoteosi Falconara, è "doble": batte il Real Statte e vince la Coppa Italia

AnconaToday è in caricamento