rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Salute

Sanità, nel 2022 nelle Marche segnalati 12 casi di epatite. Saltamartini: «Parte campagna di screening»

Nei giorni scorsi è partita la campagna di screening per l'epatite C nelle Marche per i nati negli anni 1969-1989

ANCONA - Nel 2022 sono stati notificati al sistema di sorveglianza nazionale 12 casi di epatite nelle Marche: quattro di epatite A (140 in Italia), tre di epatite B (su 109), uno di epatite C (su 55) e quattro di Epatite E (su 44). "Nei giorni scorsi è partita la campagna di screening per l'epatite C nelle Marche per i nati negli anni 1969-1989- spiega l'assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini in occasione della Giornata mondiale dell'epatite istituita dall'Oms- un semplice esame del sangue perché per questa malattia non esiste un vaccino ma una cura efficace sì". Le epatiti virali sono infezioni a carico del fegato: in Italia sono comprese tra le malattie per cui è prevista la notifica obbligatoria. Si manifestano nella fase acuta in modo simile con astenia, anoressia, nausea, vomito, diarrea, cefalea, febbre e sensazione di pesantezza o dolore nella parte superiore destra dell'addome. Per quanto riguarda l'epatite A, negli ultimi anni, è tornata ad essere prevalentemente un'infezione alimentare ma anche legata a comportamenti sessuali. La vaccinazione è fortemente raccomandata per alcune categorie a rischio, come i viaggiatori verso aree endemiche e i contatti di casi

Per l'epatite B i fattori di rischio sono l'esposizione a trattamenti estetici (manicure, pedicure, piercing e tatuaggi nel 40% dei casi), seguita dai comportamenti sessuali promiscui (26%). Attualmente in Italia la vaccinazione è obbligatoria e nelle Marche nel 2022 è stata raggiunta la copertura raccomandata del 95%. L'epatite C è un'infezione prevalentemente ospedaliera (54% dei casi), ma anche legata a trattamenti estetici (manicure, piercing e tatuaggi nel 39% dei casi). E' la principale causa di cirrosi e cancro del fegato in Italia. Non esiste vaccino ed è per questo che le Marche hanno avviato la campagna di screening. "Screening e vaccini sono spesso la via migliore per prevenire o curare tempestivamente una malattia che spesso non dà sintomi evidenti se non in maniera tardiva- conclude l'assessore Saltamartini- abbiamo in mano tutti gli strumenti per combattere"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, nel 2022 nelle Marche segnalati 12 casi di epatite. Saltamartini: «Parte campagna di screening»

AnconaToday è in caricamento