rotate-mobile
Politica

Verde pubblico, i parchi come i campetti: «Va ritrovata l’educazione civica di una volta»

Il consigliere comunale in quota Verdi Diego Urbisaglia ha parlato di riqualificazione dei parchi e di coscienza civica

ANCONA- Il verde pubblico da curare attraverso interventi, manutenzione e coscienza civica. La ricetta del consigliere comunale Diego Urbisaglia, in quota Verdi, va dritta in questa direzione e spiega in modo preciso cosa serve ad Ancona città per compiere uno step determinante:

«Partiamo con il dire che tanto è stato fatto, tanto si sta facendo e tanto si farà. Gli interventi ci sono stati e non si può negare. La chiave di volta è di considerare i parchi come i campetti, un qualcosa che una volta era tenuto come un oracolo, che impreziosiva un quartiere, un bene che veniva salvaguardato e tutelato da tutta la cittadinanza. Serve ritrovare quell’educazione civica che c’era una volta perché cambiando le modalità di vivere si è arrivati anche al degrado e all’abbandono». Partendo da questo si lavorerà per raggiungere altri step: «Ci sono opere di riqualificazione già messe in piedi e altre in via di realizzazione. Cambio dei giochi, manutenzione doverosa del verde, maggiore illuminazione, integrazione della videosorveglianza. Ma ribadisco, più un luogo è vissuto, tutelato dalla cittadinanza, ben tenuto e più sarà difficile rovinarlo. In questo senso diventerà anche più facile rivolgersi all’amministrazione per richiedere, con occhio di riguardo, interventi di manutenzione costanti».

Fino ad arrivare ad alcuni esempi concreti: «Via Ginelli e via Maestri del Lavoro riqualificati hanno creato un volano e un circolo virtuoso di manutenzione per i cittadini che, autonomamente, fanno di tutto per tenerli con cura. Quando c’è una cittadinanza attiva, certe cose poi si vedono».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verde pubblico, i parchi come i campetti: «Va ritrovata l’educazione civica di una volta»

AnconaToday è in caricamento