Vecchio faro, Rubini (SEL - ABC): «Ristorante di lusso significa privatizzazione»

«I cittadini anconetani rischiano di perdere la libera fruizione di un dei più caratteristici luoghi storici anconetani»

«La proposta giunta al demanio da parte della artingegneria SRL per la valorizzazione del vecchio faro al Cardeto non fa presagire nulla di buono. Se dovessero essere confermate le notizie che vedrebbero tale società intenzionata a fare del faro un luogo di ristorazione di lusso, i cittadini anconetani perderebbe di fatto la libera fruizione di un dei più caratteristici luoghi storici anconetani». Così Francesco Rubini , capogruppo SEL - Ancona Bene Comune 

«Le nostre preoccupazioni relative ad una privatizzazione strisciante dell'area si fanno oggi più consistenti, avvalorate da alcune brevi ricerche sul web che testimoniano progetti di ristorazione di lusso già ipotizzati dalla artingegneria in passato su un altro vecchio faro situato nella laguna veneziana. Se così sarà, l'ennesima operazione economica spacciata per riqualificazione non farà altro che trasformare un'area storico - paesaggistica a fruizione pubblica in uno spazio ad uso e consumo di pochi eletti dal portafoglio capiente. Ci auguriamo di sbagliare, ma è bene prestare massima attenzione per evitare l'ennesimo sacco alla città».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • I rifugi di montagna più belli delle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento