Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

Terremoto, Ceriscioli frusta il Governo ma incassa l'autonomia regionale

«Nella confusa legge di bilancio riappare la gestione da parte nostra delle macerie. Hanno recuperato in zona Cesarini»

«Anche sulla vicenda delle macerie del terremoto la legge di bilancio si è dimostrata raffazzonata e scritta di corsa. Una norma confusa e caotica che evidentemente neanche la stessa maggioranza ha avuto modo di rileggere e ricontrollare e che dimostra come l’attuale esecutivo continui a sottovalutare le conseguenze del sisma che ci ha messo in ginocchio due anni fa».  Lo ha detto il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli. Dalla Protezione Civile hanno fatto sapere che invieranno subito una comunicazione ufficiale al consorzio Cosmari per ripartire con le attività di recupero. 

«La stessa Patrizia Terzoni del Movimento 5 stelle - ha aggiunto Ceriscioli - si è sbagliata sulla legge scritta dal governo del quale fa parte: ha infatti citato erroneamente in una trasmissione tv regole che non valgono per i siti di deposito delle macerie attribuendole invece a quella attività. Per fortuna il contenuto dell'articolo 28 che dava alla Regione l'autonomia nella gestione delle macerie è riapparso in uno degli ultimi commi della legge, il 1131. Quindi una buona notizia. Recuperata in zona Cesarini. Meglio così. Pertanto tutta la gestione delle macerie continua come sino ad ora stabilito. Ci sembrava davvero incomprensibile, come avevamo già dichiarato, che questa attività non venisse prorogata».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, Ceriscioli frusta il Governo ma incassa l'autonomia regionale

AnconaToday è in caricamento