Politica

Sovrappasso a Torrette, «Massimo impegno della Regione»

Il ponte, intervento necessario per rendere più scorrevole la viabilità sulla zona, già particolarmente gravata dal traffico, anche pesante, e consentire l'attraversamento in piena sicurezza dei pedoni

Massimo impegno per arrivare a breve alla stipula della convenzione tra la Regione ed il Comune di Ancona per la realizzazione del sovrappasso di collegamento tra l'ospedale regionale di Torrette ed il parcheggio gratuito di via Metauro a servizio della struttura ospedaliera. È quanto chiesto e ribadito dal consigliere regionale, Enzo Giancarli, dopo la discussione in aula della sua interrogazione al riguardo.

«Da anni è evidente la necessità di creare una migliore via d'accesso pedonale all'ospedale regionale che impatti il meno possible con la viabilità stradale, già particolarmente intensa sull'area e che garantisca la piena sicurezza dei pedoni – afferma Giancarli –. Per questo mi sono interessato, ormai da diverso tempo a questa parte, alla questione. Di recente – prosegue Giancarli – il Comune di Ancona ha predisposto il progetto per realizzare un ponte tra il parcheggio gratuito dell'ospedale in via Metauro e quello a pagamento a ridosso del plesso ospedaliero, che elimina l'attraversamento semaforico. La Regione sarà coinvolta nella realizzazione, o direttamente o tramite l'azienda “Ospedali Riuniti”, con specifica convenzione. Su questo punto auspico che la Regione Marche metta il massimo impegno per arrivare alla stipula dell'atto in tempi brevi, consentendo così l'avvio dell'opera».

L'intervento appare particolarmente urgente poiché l'attraversamento semaforico a chiamata ora presente sull'area crea disagi alla viabilità e pone problemi di sicurezza per i pedoni. Il quartiere Torrette di Ancona è attraversato dall'unico asse di penetrazione verso, e da, il capoluogo per le direzioni: Nord (Rimini, Pesaro, Urbino, Fano, Valli del Metauro, del Cesano e del Misa, Senigallia), Ovest (Perugia, Fabriano, Valle dell'Esino, Jesi, Chiaravalle) ed Est, attraverso le tratte marittime fino, e da, lo scalo portuale di Ancona. Fungendo da unico collegamento tra il porto ed il casello autostradale, la via che costeggia l'ospedale (via Conca) è percorsa anche da tir, camion e auto in imbarco e sbarco, provenienti da, o che si dirigono verso, la Variante alla Statale 16. L'attraversamento semaforico che consente agli utenti di recarsi alla struttura ospedaliera, dopo aver lasciato l'auto nel parcheggio di via Metauro, è percorso continuamente da un elevato numero di persone, considerato che l'azienda ospedaliero-universitaria “Ospedali Riuniti di Ancona” accoglie un bacino d'utenza non soltanto regionale, e tra l'altro nel primo semestre dello scorso anno ha registrato un incremento della mobilità attiva da fuori regione. Non solo, l'afflusso alla cittadella sanitaria regionale di Torrette di Ancona aumenterà con il trasferimento del Presidio di Alta Specializzazione pediatrica e ostetrico-ginecologica Salesi, attualmente collocato nel centro di Ancona. In questa situazione l'attraversamento appare, dunque, oltre che impattante sulla viabilità anche particolarmente pericoloso.

«Pertanto – conclude Giancarli –, avendo il Comune di Ancona già approvato il progetto per l'eliminazione del semaforo e la costruzione del ponte, è necessario che la Regione direttamente ed anche attraverso l'azienda ospedaliera “Ospedali Riuniti” arrivi alla stipula della convenzione per compartecipare con il Comune alla realizzazione del progetto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sovrappasso a Torrette, «Massimo impegno della Regione»

AnconaToday è in caricamento