Politica

Il Consiglio torna in presenza, Rubini: «Ma quale vittoria, i problemi saranno tanti»

Il consigliere comunale di Altra Idea di Città, fautore del ritorno del Consiglio comunale in presenza, ha criticato la modalità mista che a suo dire farà sorgere una serie di problemi di natura tecnica

Lunedì mattina alla Mole Vanvitelliana, inizio ore 8.45, il Consiglio comunale tornerà a riunirsi in presenza dopo mesi di videoconferenza. Francesco Rubini, consigliere comunale e leader di Altra Idea di Città, da sempre fautore di questo ritorno non ha lesinato critiche alla cosiddetta modalità mista che, a suo dire, farà sorgere molteplici problemi di natura tecnica:

«Non la definirei vittoria, semmai un ritorno ad una quasi normalità. Non dimentichiamoci che la modalità mista porterà molteplici problematiche. Chi si connetterà da remoto dovrà essere simultaneamente connesso alla sala e la sala della Mole è completamente inadatta a questo tipo di attività. Sarà dura monitorare gli interventi, presentare gli atti e gli emendamenti come dovrebbe essere».

E ancora: «E’ una situazione precaria, ce ne rendiamo conto. L’auspicio è quello di tornare in maniera effettiva ed efficace nelle sedi deputato o a Palazzo degli Anziani. In questa battaglia per il ritorno in presenza siamo stati in prima linea noi, Fratelli d’Italia ma anche consiglieri come Stefano Tombolini e Daniele Berardinelli. Insomma, buona parte dell’opposizione».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Consiglio torna in presenza, Rubini: «Ma quale vittoria, i problemi saranno tanti»

AnconaToday è in caricamento