menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Smog, Rubini (SEL-ABC): «I dati di Lagambiente certificano fallimento di PD e alleati»

«A certificare quello che diciamo da sempre arrivano oggi, impietosi, i dati sulla qualità dell’aria presentati da Legambiente nel dossier annuale»

«Che ancona muoia quotidianamente di smog e traffico non è una novità, lo denunciamo da anni con comunicati stampa, interventi in Consiglio, mozioni, ordini del giorno e molteplici altre iniziative. A certificare quello che diciamo da sempre arrivano oggi, impietosi, ancora una volta, i dati sulla qualità dell’aria presentati da Legambiente nel dossier annuale dal titolo “Mal’aria». A dirlo è Francesco Rubini, capogruppo Sel-Ancona Bene Comune.

«Tali dati - continua Rubini - non solo evidenziano in tutta la sua tragicità la presenza di una sola centralina per i rilevamenti presente a Cittadella, nel bel mezzo dell’area più verde della città, ma palesano, malgrado la zona di raccolta delle rilevazioni lontana dal caos del centro, numerosi sforamenti dei limiti di particelle inquinanti presenti nell’aria. Tutto questo non fa altro che rappresentare una situazione ormai divenuta intollerabile tanto per la sostenibilità ambientale del capoluogo marchigiano, quanto per i crescenti rischi per la salute dei cittadini anconetani quotidianamente sottoposti ad una mole di smog non più sopportabile. Il quadro assume contorni catastrofici se valutato in relazione alle politiche intraprese dalla giunta Mancinelli impegnata in prima linea nella solita ed illogica strategia dell’incentivo perpetuo del traffico privato: chiusura della stazione marittima, parcheggi gratuiti in centro durante le festività, nessun ampliamento della ZTL, totale tolleranza della sosta selvaggia, fantomatiche proposte di parcheggi a raso sopra Piazza Pertini, nessuna politica alternativa sulla mobilità dolce e sostenibile. Un fallimento totale su tutti i fronti che, ogni giorno di più, rischia di mettere a repentaglio la salute di ognuno di noi. Urge un cambiamento radicale prima che sia troppo tardi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento