Giornata della Legalità, la proposta di Fratelli d'Italia: «Gratteri cittadino onorario»

Il consigliere Eliantonio invita il Comune a conferire l'onorificenza al procuratore capo di Catanzaro

Angelo Eliantonio (FdI)

Conferire la cittadinanza onoraria al procuratore Nicola Gratteri. Lo chiedono gli esponenti di Fratelli d'Italia in occasione della Giornata nazionale della Legalità che si celebra oggi, nel 27° anniversario della strage di Capaci. «Il 23 maggio è una data molto sentita da chi crede ogni giorno nella legalità e nella lotta ad ogni tipo di mafia - dice Angelo Eliantonio, consigliere comunale FdI -. Le Marche, il nostro territorio, non sono esenti da infiltrazioni e tenere alta l'attenzione su questo terreno non è mai abbastanza. E' una grande battaglia culturale e la nostra società ha sempre più bisogno di simboli ed esempi positivi ed educativi. Per questo chiediamo al sindaco Mancinelli che l'Amministrazione comunale ha conferisca la cittadinanza onoraria ad uno fra i maggiori esperti e studiosi del fenomeno mafioso al mondo: il Procuratore capo della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri che, proprio nella giornata del 23 maggio, sarà ad Ancona come sempre più spesso accade negli ultimi anni. Con questa onorificenza vogliamo esprimere la vicinanza e la condivisione del lavoro svolto da Gratteri nella lotta alla mafia anche dal punto di vista culturale. Il fenomeno mafioso - continua Eliantonio - non è un semplice fenomeno criminale. Se così fosse, sarebbe stato sconfitto anni fa. Esiste, invece, una vera e propria cultura mafiosa, fatta di connivenza, violenza ed omertà. Combattere la mafia anche su questo fronte risulta dunque indispensabile per estirpare definitivamente questa malapianta. Su questo fronte Gratteri è impegnato da anni. Ha scritto tantissimi libri ed ha tenuto innumerevoli incontri, soprattutto con i giovani, al solo scopo di far conoscere a fondo il fenomeno mafioso, mostrando la sua vera faccia e sfatando il mito della mafia buona fatta da persone d’onore. Questo immenso lavoro e la diffusione di una cultura della legalità rappresentano dei principi che la città di Ancona deve assolutamente condividere e che con il conferimento della cittadinanza onoraria può esprimere attraverso la sua vicinanza ed il suo sostegno in una battaglia che deve essere condotta a tutti i livelli, anche locali. Ci piacerebbe essere orgogliosi dunque di poter annoverare fra i suoi cittadini illustri il Procuratore Nicola Gratteri - conclude Eliantonio -, una persona che ha fatto della sua vita una crociata contro la mafia, al fine di rendere il nostro Paese migliore».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • Si schianta con un'auto, camper si ribalta: un ferito è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento