Politica

Ex Metro, staccati assegni per 530mila euro: pronto entro il 2016

Firmata la convenzione per il recupero dell'Ex Metropolitan in corso Garibaldi che con molta probabilità aprirà a fine 2016. Al suo interno ci saranno appartamenti, uffici, attività commerciali e parcheggi

Il momento della firma

Chiuso da ormai 22 anni oggi, dopo un iter per la ristrutturazione iniziato ben 18 anni fa, l'ex Metropolitan torna di nuovo a vivere. Firmata la convenzione per il recupero dell'incompiuta di corso Garibaldi che con molta probabilità aprirà a fine 2016 in concomitanza con la fine dei lavori di piazza Cavour. La Metropolitan Building, società proprietaria dell'immobile, ha consegnato assegni da 530mila euro alla presenza del sindaco Valeria Mancinelli, del vicesindaco Pierpaolo Sediari e del notaio Sabatini.

A staccare gli assegni Mario Campanella, amministratore delegato della Metropolitan Building. Pagata anche la parcella di 4.800.00 euro dell'Agenzia delle Entrate. La società proprietaria dell'immobile avrà 5 mesi di tempo per presentare la sua richiesta di costruire, da allora ci saranno 3 mesi per dare il via ai lavori. L'ex Metropolitan dovrà essere pronto entro 3 anni altrimenti scatterà la penale di 500 euro al giorno per un massimo di 90 giorni. «L'ex Metropolitan sostanzialmente sarà diviso in tre parti: una per gli appartamenti, una per gli uffici e una per attività commerciali. Ci saranno anche un parcheggio ad uso pubblico e una piccola porzione di parcheggi privati» spiega Campanella.

Il sindaco Mancinelli esprime soddisfazione. «Questa amministrazione comunale in un anno e mezzo ha approvato la variante urbanistica necessaria per far ripartire le cose, variante che come noto, era in gestazione da diversi anni. Con una volontà politico amministrativa decisa, con una maggioranza coesa che ha votato in modo convinto e con l'impegno della proprietà, un pezzo di città torna a vivere. Siamo molto contenti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Metro, staccati assegni per 530mila euro: pronto entro il 2016

AnconaToday è in caricamento