Politica

Corridoio Adriatico Ionico, Sbarbati: deve passare per Ancona

La senatrice repubblicana ha presentato con i colleghi eletti nelle Marche una mozione per chiedere al governo di prolungare l'arteria fino ad Ancona, Bari e Brindisi

La senatrice Luciana Sbarbati (Mre)

Luciana Sbarbati, senatrice marchigiana del Movimento dei Repubblicani Europei, ha presentato una mozione urgente nella Seconda Camera sul corridoio Adriatico Ionico, l´arteria ferroviaria che dovrà collegare la regione adriatica ai balcani, che è stata sottoscritta da numerosi colleghi eletti nelle Marche, tra i quali i senatori democratici Marina Magistrelli e Silvana Amati, Francesco Casoli (Pdl) e da autorevoli personalità appartenenti a forze politiche diverse, eletti nelle regioni costiere interessate dal progetto, come il senatore Marini, il capogruppo del Pd Legnini e dell'Udc D'Alia.

"Così come presentato dalla Commissione europea, il corridoio Adriatico Ionico si ferma a Ravenna – argomenta  la  Sbarbati, che giudica –  "indispensabile il suo prolungamento fino ad Ancona, Bari e Brindisi se si vuole evitare l'emarginazione delle regioni del centro sud e favorire l'integrazione e lo sviluppo dell'area interessata".

Nella mozione, che presto sarà discussa in aula, la senatrice Sbarbati chiede "l'impegno determinato del Governo italiano affinché si giunga alla veloce approvazione della Macroregione Adriatico Ionica da parte dell'Unione europea, così che possa accedere ai finanziamenti previsti nella programmazione dei fondi comunitari 2014-2020 e dare completezza al progetto.

Il ministro Matteoli ha assicurato il suo impegno e si è detto disponibile ad organizzare, a breve, un incontro con le autorità regionali e i parlamentari eletti nelle regioni interessate".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corridoio Adriatico Ionico, Sbarbati: deve passare per Ancona

AnconaToday è in caricamento