Ok a dehors e maxi sconti: il Comune approva le misure salva-commercio

Approvato dopo 6 ore di consiglio comunale il pacchetto di aiuti a ristoratori e commercianti

Foto di repertorio

Abbattimento del 90% dei canoni di concessione sul suolo pubblico per dehors e bancarelle già esistenti, esenzione dal pagamento per il periodo di chiusura obbligata dell’attività. Nel pacchetto approvato dal consiglio comunale con l’intenzione di aiutare la ripartenza del commercio anconetano c’è però anche l’ok all’installazione di nuovi spazi esterni per i locali. Sarà possibile chiederli tramite un avviso pubblico che sarà pubblicato nelle prossime ore e resterà aperto per circa una settimana. «Una procedura smart, che servirà ad accontentare tutti senza premiare chi arriva prima» ha spiegato il vicesindaco Pierpaolo Sediari, relatore della delibera discussa e votata in serata. «Abbiamo previsto anche l’abbattimento del 50% del canone concessorio per le attività nei mercati coperti che hanno potuto esercitare durante l’emergenza, ma che hanno avuto una penalizzazione dovuta al distanziamento della clientela e all’osservazione delle regole anti-Covid» ha proseguito Sediari. I criteri di selezione nel bando, su proposta del M5S, daranno la priorità alle richieste di nuove installazioni rispetto all’ampliamento di quelle già esistenti. «Individueremo anche aree di suolo pubblico da mettere a disposizione di coloro che non potendo avere un dehor. La delibera è stata approvata con 24 voti favorevoli, quelli della maggioranza, Altra Idea di Città e M5S.

Le misure 

La delibera approvata prevede la riduzione del 90% della Cosap per i dehors e le bancarelle già operanti. Riduzione, ma in questo caso del 75%, anche per le superfici che deriveranno dall’ampliamento di quelle esistenti e per i nuovi dehors autorizzati. Le aree saranno distribuite proporzionalmente alle superfici riportate nelle autorizzazioni in possesso dei richiedenti. Dal calcolo degli oneri saranno detratti quelli dovuti nelle giornate di chiusura forzata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La durata 

Le misure dureranno fino al termine dello stato di emergenza, la giunta potrà prorogarle per un periodo successivo ma comunque non si andrà altre il 31dicembre nel rispetto degli obblighi della legge finanziaria. Daniele Berardinelli (FI) aveva proposto di sospendere e rimandare i pagamenti di tutti i tributi locali, dei canoni di concessione e locazione almeno fino alla fine dell’anno in corso oltre a istituire la sosta gratuita sulle strisce blu. Proposta respinta perché insostenibile economicamente, ha spiegato il capogruppo Pd Michele Fanesi. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento