rotate-mobile
Politica

Verso le elezioni: “Ankon Civica Verde e Popolare” appoggia il centrodestra

Dopo l’incontro di sabato 4 marzo con i Soci e simpatizzanti, “Ankon Civica Verde e Popolare”, il movimento civico fondato da Daniele Ballanti, entra ufficialmente nella lista civica del candidato Sindaco Daniele Silvetti per “Ancona Protagonista”

Dopo l’incontro di sabato 4 marzo con i Soci e simpatizzanti, “Ankon Civica Verde e Popolare”, il movimento civico fondato da Daniele Ballanti, entra ufficialmente nella lista civica del candidato Sindaco Daniele Silvetti per “Ancona Protagonista”.  “Abbiamo scelto di aderire ad Ancona Protagonista – spiega Daniele Ballanti – perché incarna il significato dell’impegno civico portato avanti negli anni nel territorio con associazioni culturali, con il comitato di via Torresi – fondato sempre da Ballanti – con le attività di volontariato svolte.  Portiamo in dote la nostra sensibilità ed impegno sui temi ambientali, sulla mobilità sostenibile e il trasporto pubblico, sul verde cittadino, sulla promozione di una città più a contatto con il proprio porto e fruibilità fino al mare, più a misura d’uomo, più pulita e meno degradata. Fondamentale per noi è il costante dialogo Amministrazione-Cittadini (dialogo assente al di fuori delle campagne elettorali quando i politici cercano voti) e la presa in carico della richiesta di cura e presenza del “Comune” nei quartieri, sviluppando una rete di comitati di cittadini che possano, come avvenuto nel quartiere Grazie, interloquire direttamente con l’Amministrazione e le altre Istituzioni per risolvere problematiche che spesso il Palazzo non percepisce (o non vuole percepire)”.  
Il forte impegno al dialogo costante con i cittadini arriva dalle dichiarazioni del candidato sindaco, Daniele Silvetti: “La nostra non è una condivisione di circostanza”, afferma. “Raccogliamo la vostra voglia di fare, l’interesse per questa città ormai piegata su se stessa e il desiderio di riscatto. Abbiamo l’opportunità di iniziare a costruire e proporre partendo proprio dal concetto di identità: sarebbe al contrario difficile pensare al futuro navigando a vista o rincorrendo le emergenze. Questa - conclude - è anche l’occasione per costruire un soggetto civico attento, anche fastidioso e che non conosce steccati”.

Entrando nel merito, “siamo tutti esponenti della società civile - dice Massimo Albertini riferendosi ad Ankon Civica - senza tessere di partito, di sensibilità diverse, chi verso il centrosinistra chi verso il centrodestra, ma noi non chiediamo di dichiarare la propria appartenenza, non ci interessa, altrimenti saremmo entrati nei partiti, necessario invece è dare il proprio contributo civico. Ancona ha bisogno di energie nuove, di persone che l’amino e che lo dimostrino, di più attenzione al turismo, alla cultura, non solo per quella rivolta alle nicchie ma anche a quella rivolta ai tutti i cittadini, per coinvolgerli, perché la cultura deve essere per tutti!”.

E ancora Ballanti: “Le nostre proposte sono frutto di una lunga campagna di ascolto fin dal 2018 dei Cittadini in ogni angolo della città e con molti eventi di ascolto, soprattutto dei quartieri più “fragili”, delle categorie come i piccoli commercianti, gli architetti del paesaggio urbano, del mondo del volontariato, i tranvieri, le associazioni degli utenti del trasporto pubblico, i ciclisti, le associazioni ambientaliste, gli organizzatori di eventi, i gestori di sale convegni che non siano quelle comunali e di molte associazioni”. “Senza sottovalutare – si inserisce Marco Lucarini – al degrado diffuso. Un esempio su tutti i pochi bagni pubblici e lo stato di degrado e mancanza di igiene in cui si trovano, deturparti da scritte, in alcuni casi rotti, ritrovo di facinorosi, ecc.. Manca la sorveglianza, la carta igienica e le tovagliette per le mani. Che immagine diamo anche ai turisti?” 
Ankon Civica Verde e Popolare porta in Ancona Protagonista progetti per la “nuova” Ancona, come la piazza sul Porto, dedicata all’Unità d’Italia, che lo collega alla Città e restituisce identità con un percorso storico culturale legato al Risorgimento, così poco valorizzato ad Ancona, il riordino necessario del Trasporto  pubblico per uscire da un impianto “anni ’50” ormai vecchio e non più in linea con le necessità odierne, una rimodulazione della viabilità che contiene degli elementi sostenibili che soddisferanno tanti, compresi le categorie commerciali del centro. Un piano di “riforestazione” urbana (e ripristino di alberature vergognosamente abbattute dalla Giunta uscente) secondo le linee guida in uso in molte città europee e dell’Asia e del Giappone. “Nella prossima campagna elettorale – concludono Ballanti, Albertini e Lucarini – saremo quindi impegnati con Ancona Protagonista per il nostro candidato Sindaco Daniele Silvetti ed avremo modo di parlare delle molte proposte, per dare la possibilità di un futuro davvero diverso e di rilancio per la nostra Ancona. Con Daniele Silvetti Sindaco”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso le elezioni: “Ankon Civica Verde e Popolare” appoggia il centrodestra

AnconaToday è in caricamento