Politica

Accoltellamento al Piano, Zaffiri (Lega Nord): «Pronti alle ronde notturne»

Lega Nord pronta a scendere nelle strade, armate di cellulare per chiamare le forze dell'ordine e pettorine di riconoscimento. Lo fa sapere il segretario provinciale di Ancona Sandro Zaffiri

Sandro Zaffiri

Lega Nord pronta a scendere nelle strade, armate di cellulare per chiamare le forze dell'ordine e pettorine di riconoscimento. Lo fa sapere il segretario provinciale di Ancona Sandro Zaffiri che ha detto: «Dopo il fatto dell' accoltellamento di corso Carlo Alberto la Lega Nord continua a sostenere che la città di Ancona è fuori controllo, i fatti purtroppo ci danno ragione. La Lega Nord nei prossimi giorni chiederà al Prefetto di Ancona un incontro per verificare se esistono le condizioni affinché la Lega  organizzi le "ronde", altrimenti procederemo come comuni cittadini "armati" di un telefonino per informare e collaborare con le forze dell' ordine. Alle richieste della Lega Nord il sig. Prefetto può rispondere con la richiesta al ministero degli interni dell' invio dell' esercito. Sig. Prefetto la Lega Nord  come ben comprende gli chiede di far inviare l' esercito per tutelare e proteggere i cittadini».

Dunque le cose sono due per i militanti del carroccio dorici. O il Prefetto autorizza le ronde istituzionalmente, oppure si ritorni a quando ad Ancona le forze di polizia erano supportate dai militari dell'esercito. Ipotesi che, se non per motivi di opportunità per motivi economici, paiono alquanto inverosimili. Soprattutto le ronde, difficilmente digerite dalle istituzioni. E allora su questa obiezione Zaffiri sbotta: «E allora se non saranno ronde istituzionalizzate, saranno spontanei presidi cittadini». 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellamento al Piano, Zaffiri (Lega Nord): «Pronti alle ronde notturne»

AnconaToday è in caricamento