Mercoledì, 23 Giugno 2021
Green

Emergenza clima nelle Marche, i Verdi lanciano l'allarme

I Verdi chiedono con urgenza alla Regione un piano di emergenza e e di attuare politiche ambientali in sinergia con l'Europa. Il 2014 è stato un anno record per le temperature ma anche un anno molto piovoso

Nelle Marche è emergenza clima. A lanciare l'allarme il partito dei Verdi. Secondo lo studio condotto dall'Assam, il 2014 è stato il nono anno consecutivo più caldo rispetto alla norma . Ciò conferma del progressivo riscaldamento che da qualche decennio le Marche stanno subendo. I Verdi chiedono con urgenza alla Regione un piano di emergenza e mitigazione e di attuare politiche ambientali in sinergia con le altre regioni italiane e con l'Europa. Il 2014 è stato un anno record per le temperature. Per le Marche è stato il più caldo dal 1961, con un valore medio di 14,5°C, ben +1,3°C rispetto alla media storica 1961-2000. Ma il 2014 è stato anche un anno molto piovoso, il 7° dal 1961. 1007 i millimetri di pioggia caduti con un incremento del 20% rispetto al valore del quarantennio.

La rilevazione emerge dall'analisi dal Servizio agrometeo dell'Assam che svolge attività nel settore della meteorologia e climatologia, a servizio dell'agricoltura marchigiana e che dispone di una rete meteo regionale. «Sicuramente questo piano va aggiornato anche perché è del 2010 ma i risultati scientifici sono dell'Assam risalgono al 2008. I dati del 2014 vanno ripresi, va fatto un nuovo piano ma soprattutto un piano di adattamento e mitigazione per i cambiamenti climatici- commenta Gianluca Carrabs, amministratore unico Assam. E' molto facile piangere dopo che vengono le bombe d'acqua, esempio ultimo quello di Senigallia, quando ci sono le vittime, le case distrutte. Bisogna intervenire prima con la prevenzione. Inoltre, chi interviene prima risparmia fino a 10 volte l'intervento post calamità. Quindi la manutenzione del territorio, il contrasto ai cambiamenti climatici devono diventare l'opera pubblica più importante di questa regione».

«Occorre riaggiornare i piani che abbiamo e farlo in modo urgente. E fare si che poi le risorse poche o tante che sono a disposizione, siano convergenti rispetto a pochi obiettivi comunemente riconosciuti- afferma Adriano Cardogna, capogruppo Verdi-. Si devono incentivare tutti i Comuni delle Marche che hanno aderito al Patto dei Sindaci e che hanno come obiettivo comune quello di individuare misure che contrastino i cambiamenti climatici». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza clima nelle Marche, i Verdi lanciano l'allarme

AnconaToday è in caricamento