rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Green Falconara Marittima

Parco mezzi, il Comune mette al bando le auto inquinanti: arrivano i veicoli elettrici

Per rinnovare la flotta, l'Amministrazione falconarese chiede contributi per 89mila euro nell’ambito del Piano regionale per la mobilità elettrica

Il Comune di Falconara mette al bando i veicoli più vecchi e inquinanti del parco mezzi, per sostituirli con nuove vetture elettriche. Tra i mezzi candidati alla sostituzione, il più vecchio risale al secolo scorso e richiede continue spese di manutenzione, il più "moderno" ha già compiuto 14 anni e dovrebbe essere rimpiazzato con un modello a basso impatto ambientale. Per rinnovare la flotta di veicoli, come deliberato dalla Giunta, l’amministrazione parteciperà al Bando per la concessione di contributi a favore dei Comuni per l’acquisto di veicoli elettrici sostenibili, emesso dalla Regione Marche nell’ambito del Piano per lo sviluppo e la diffusione della mobilità elettrica. Il contributo richiesto alla Regione Marche, come compartecipazione, è in totale di 89mila euro.

La prima auto che l’ente intende sostituire è una vecchia Fiat Punto del 1999 utilizzata dal Sistema informatico comunale: l’intenzione è quella di sostituirla con un mezzo elettrico di piccola cilindrata, del costo massimo di 13mila euro (il contributo regionale richiesto è di 5mila euro). Verso la rottamazione anche una Alfa Romeo, molto datata: risale al 2000 e l’amministrazione comunale ha chiesto un contributo regionale di 10mila per comprare un veicolo anch’esso elettrico. Il cofinanziamento più sostanzioso è quello richiesto per sostituire il Fiat Ducato utilizzato dai Servizi sociali per il trasporto di disabili, immatricolato sempre nel 2000: dovrà essere sostituito con un mezzo analogo del costo massimo di 60mila euro, da coprire con un contributo regionale di 59mila euro o eventualmente da prendere in comodato. Contributi di 5mila euro ciascuno sono richiesti per sostituire due Fiat Punto del 2006, una utilizzata dal servizio notifiche e l’altra dal servizio Ambiente, oltre alla Fiat Panda del 2004 in uso ai Lavori pubblici.

«Sono stati già stanziati i fondi per l’acquisto di un’auto elettrica per gli uffici che presidiano il territorio per le manutenzioni, in modo da sostituire quella utilizzata attualmente, in classe Euro 3 – spiega l’assessore all’Ambiente, Valentina Barchiesi –. L’intenzione dell’amministrazione comunale è quella di acquistare inoltre due moto elettriche per la polizia municipale, per consentire agli agenti di pattugliare il centro città con mezzi a emissioni zero».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco mezzi, il Comune mette al bando le auto inquinanti: arrivano i veicoli elettrici

AnconaToday è in caricamento