Parco mezzi, il Comune mette al bando le auto inquinanti: arrivano i veicoli elettrici

Per rinnovare la flotta, l'Amministrazione falconarese chiede contributi per 89mila euro nell’ambito del Piano regionale per la mobilità elettrica

Uno dei veicoli messi al bando dal Comune di Falconara

Il Comune di Falconara mette al bando i veicoli più vecchi e inquinanti del parco mezzi, per sostituirli con nuove vetture elettriche. Tra i mezzi candidati alla sostituzione, il più vecchio risale al secolo scorso e richiede continue spese di manutenzione, il più "moderno" ha già compiuto 14 anni e dovrebbe essere rimpiazzato con un modello a basso impatto ambientale. Per rinnovare la flotta di veicoli, come deliberato dalla Giunta, l’amministrazione parteciperà al Bando per la concessione di contributi a favore dei Comuni per l’acquisto di veicoli elettrici sostenibili, emesso dalla Regione Marche nell’ambito del Piano per lo sviluppo e la diffusione della mobilità elettrica. Il contributo richiesto alla Regione Marche, come compartecipazione, è in totale di 89mila euro.

La prima auto che l’ente intende sostituire è una vecchia Fiat Punto del 1999 utilizzata dal Sistema informatico comunale: l’intenzione è quella di sostituirla con un mezzo elettrico di piccola cilindrata, del costo massimo di 13mila euro (il contributo regionale richiesto è di 5mila euro). Verso la rottamazione anche una Alfa Romeo, molto datata: risale al 2000 e l’amministrazione comunale ha chiesto un contributo regionale di 10mila per comprare un veicolo anch’esso elettrico. Il cofinanziamento più sostanzioso è quello richiesto per sostituire il Fiat Ducato utilizzato dai Servizi sociali per il trasporto di disabili, immatricolato sempre nel 2000: dovrà essere sostituito con un mezzo analogo del costo massimo di 60mila euro, da coprire con un contributo regionale di 59mila euro o eventualmente da prendere in comodato. Contributi di 5mila euro ciascuno sono richiesti per sostituire due Fiat Punto del 2006, una utilizzata dal servizio notifiche e l’altra dal servizio Ambiente, oltre alla Fiat Panda del 2004 in uso ai Lavori pubblici.

«Sono stati già stanziati i fondi per l’acquisto di un’auto elettrica per gli uffici che presidiano il territorio per le manutenzioni, in modo da sostituire quella utilizzata attualmente, in classe Euro 3 – spiega l’assessore all’Ambiente, Valentina Barchiesi –. L’intenzione dell’amministrazione comunale è quella di acquistare inoltre due moto elettriche per la polizia municipale, per consentire agli agenti di pattugliare il centro città con mezzi a emissioni zero».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento