Cinema Excelsior, al via la rassegna "Una fantastica estate falconarese!"

LUGLIO 2016
dom. 3 h 21.30 RACE I COLORI DELLA VITTORIA film da 3,50€
L'incredibile storia di Jesse Owens, il leggendario atleta statunitense che sotto gli occhi di Adolf Hitler vinse quattro medaglie d'oro e fu la stella dei Giochi Olimpici del 1936 a Berlino. Coraggio, determinazione, tolleranza e amicizia sono le parole chiave di questa parabola di un uomo divenuto una leggenda olimpica. Nonostante le tensioni razziali nell'America reduce dalla Grande Depressione, James Cleveland "Jesse" Owens, grazie al supporto del coach dell'Ohio University Larry Snyder, riesce a ottenere la convocazione alle Olimpiadi di Berlino. Il Comitato Olimpico Americano vorrebbe in realtà boicottare le Olimpiadi di Berlino in segno di protesta contro Hitler, ma gli Stati Uniti, grazie alla mediazione di Avery Brundage, infine partecipano all'evento e Jesse, grazie alla sua determinazione e alle sue capacità atletiche, riuscirà in un'impresa che ancora oggi ispira milioni di persone.
lun. 4 h 21.30 APPENA APRO GLI OCCHI film da 3,50€
Primo lungometraggio della giovane regista tunisina Leyla Bouzid, Appena apro gli occhi è la storia di Farah, una diciottenne di Tunisi con la passione per la musica. Mentre la famiglia vorrebbe iscriverla alla facoltà di Medicina, lei ha testa soltanto per il gruppo rock di cui fa parte e grazie al quale contribuisce a dar voce ai turbamenti di una generazione ansiosa di rinnovamento. Ci troviamo, però, nell'estate del 2010 e la rivoluzione è alle porte. Storia di formazione e ritratto generazionale di un passato-presente che abbiamo ancora dinanzi agli occhi, l'opera della Bouzid si caratterizza per le contrapposizioni: non soltanto quella fra giovani aperti ai desideri del mondo globalizzato e adulti legati a una realtà tradizionale, ma persino quella che può sorgere fra due coniugi decisi a rinunciare agli ideali professati in gioventù in cambio di un po' di stabilità e, allo stesso tempo, sensibili alle richieste dell'universo giovanile. Sullo sfondo, permangono le restrizioni del regime, spia lampante di un sistema sull'orlo del collasso. Massiccio, infine, il ricorso a numeri musicali di etno-rock per un film lontano dall'entusiasmare ma che si conferma, oltre ogni dubbio, come una prova di tutto rispetto.
PREMIO DEL PUBBLICO BNL, PREMIO EUROPA CINEMAS LABEL COME MIGLIOR FILM EUROPEO ALLA 12. EDIZIONE DELLE "GIORNATE DEGLI AUTORI-VENICE DAYS" (VENEZIA 2015)
mar. 5 h 21.30 L'INFINITA FABBRICA DEL DUOMO arte €6 per tutti
L'estrazione della pietra dalla cava, il trasporto delle statue, il cantiere marmisti, l'archivio storico della Veneranda Fabbrica, la cattedrale vista di notte: il film di D'Anolfi e Parenti mostra un Duomo sconosciuto, in cui l'eterna grandiosità del monumento vive grazie al continuo laborioso impegno di uomini piccoli e senza nome, che non vedranno mai il risultato finale del loro lavoro.
Spiegano i registi: "Abbiamo voluto rappresentare la tensione verso l'infinito, inteso come immortalità. Il Duomo incarna una forma di architettura che forse oggi non esiste più: è stato progettato quando i monumenti si facevano perché durassero per sempre. È il soggetto stesso che ci ha chiesto che tipo di film fare, il Duomo è un'opera artistica e ha voluto essere raccontato così".
mer. 6 h 21.30 AU HASARD BALTHAZAR film restaurato da 3,50€
Racconto di struggente intensità in grado di unire il severo rigore del minimalismo stilistico a uno sguardo di toccante umanità, che diventa testimonianza della cieca crudeltà dell'uomo e del carico di patimenti a cui si è sottoposti nella vita terrena. Figura santificata e simbolo cristologico, l'asino Balthazar si fa allegoria spirituale assoluta nella sua limpida autenticità e il suo candido sguardo compassionevole, privo di ogni sovrastruttura connaturata nella natura umana, trova straordinaria forza espressiva attraverso un composto senso di dignità. Tra le numerose sequenze indimenticabili, impossibile non citare il bacio di Marie a Balthazar che regge sul capo una corona di fiori, il gioco di sguardi tra l'asino e gli animali in gabbia che si esibiscono al circo, l'abbandono finale. Un'opera nobile e solenne, autentica poesia in immagini che poggia su una ineguagliabile sensibilità.
gio. 7 h 21.30 MOUCHETTE film restaurato da 3,50€
Tratto dal romanzo Nuova storia di Mouchette di George Bernanos, l'ottavo lungometraggio di Bresson rappresenta una disperata parabola esistenziale in cui l'adolescenza viene spogliata di ogni valenza positiva per diventare un cupo calvario in cui un imperscrutabile disegno (divino?) annienta l'innocenza di una ragazza condannata a soffrire. Privo di enfasi, lo sguardo autoriale aderisce alla vicenda con compassione e profonda pietas per una protagonista straordinaria nel difendere il proprio orgoglio ferito. Ambientazione spoglia e scrittura registica minimale trasmettono, senza inutili orpelli, una vicenda di rara potenza emotiva che culmina nello struggente finale sulle note del Magnificat di Claudio Monteverdi.
ven. 8 h 21.30 LA BUONA USCITA film da 3,50€
Storia grottesca e "feroce" della giovane borghesia napoletana, ricca e strafottente, cinica e asociale. Un mondo solitario e narciso che consuma cibo e piaceri senza alcuna relazione umana reale con il resto delle persone. Anzi usa le persone. L'unica che sembra accorgersi dell'aridità che la circonda è Lucrezia Sembiante, una professoressa di 60 anni ninfomane, che sebbene terrorizzata dalla vecchiaia e dalla solitudine, dopo l'ultimo incontro con lo storico "amico di letto" Marco Macaluso, un felice e spregiudicato imprenditore, cerca di ribellarsi. Questa scelta la costringerà ad affrontare con maggior violenza la natura delle sue paure e delle sue scelte.
lun. 11 h 21.30 TUTTI VOGLIONO QUALCOSA film da 3,50€
USA, 1981. Jake Bradford si trasferisce al college e va ad abitare insieme ai compagni della squadra di baseball dell'università. Nel campus il ragazzo affronterà il proprio percorso di crescita tra cameratismi, conflitti all'interno del gruppo e notti folli in cerca di conquiste femminili...
«Linklater non lascia più nessun tipo di dubbio, e conferma la totale onestà del suo approccio: perché con una scrittura limpida e senza alcuna ostentazione, e una regia di complessa semplicità fa un film rilassatissimo e divertente raccontando una realtà (americana) e sentimenti (universali).» CINEBLOG
dal Teatro dell'Opera di Parigi
mar. 12 h 20.30 TOSCA di Puccini opera lirica da €10
Una cantante innamorata, appassionata, gelosa e impulsiva; un pittore romantico, idealista e difensore della libertà; un capo della
polizia assetato di potere, sangue e voluttà, pronto a tutto pur di raggiungere i suoi scopi. Puccini combina abilmente gli ingredienti
di un melodramma scritto per Sarah Bernhardt e realizza quella che potremmo chiamare l'opera delle opere: uno spettacolo allo
stesso tempo primitivo e decadente. In una Roma mitica ma reale, dalle ombre della chiesa di Sant'Andrea alla Valle fino al terrazzo
di Castel Sant'Angelo, le passioni si scontrano e quindi l'erotico si confonde con il sacro, l'amore con il possesso, il teatro con la vita.
Nulla è ciò che sembra nella Tosca: belle donne che vengono per pregare sono invece cospiratrici, le sconfitte sono vittorie e le finte
esecuzioni sono reali. Un lavoro spettacolare che cattura l'essenza dell'opera lirica.
mer. 13 h 21,30 IL COMPLOTTO DI CHERNOBYL doc da 3,50€
L'artista ucraino Fedor Alexandrovich aveva solo quattro anni quando avvenne il disastro di Chernobyl e lui fu esposto agli effetti dannosi delle radiazioni e costretto ad abbandonare la sua casa. A 33 anni, divenuto un celebre artista ma ossessionato da Chernobyl e con l'effetto dello stronzio radioattivo nelle sue ossa, Fedor decide d'indagare su quella catastrofe. Arriva così a scoprire la Duga, una gigantesca e misteriosa antenna che produce un rumore simile al verso del picchio, costruita dai sovietici nei pressi della centrale nucleare e che doveva interferire con le comunicazioni occidentali. Nel bel mezzo della rivoluzione ucraina, Fedor Alexandrovich decide quindi di portare alla luce una verità pericolosa, mettendo in serio pericolo se stesso e la sua famiglia.
gio. 14 h 21.30 BILLY IL KOALA junior €3 per tutti
Billy è un cucciolo di Koala dotato di una fervida immaginazione e di un enorme coraggio. Vuole diventare un grande avventuriero proprio come suo padre, il più grande esploratore di tutti i tempi! Quando, dopo 1 anno, il papà di Billy non torna a casa dopo una delle sue leggendarie avventure, Billy decide di lasciare la sua piccola città e partire, da solo, alla ricerca del padre scomparso. Percorrendo nel suo viaggio i caldi deserti australiani incontra Nutsy, una piccola Koala dello Zoo, e Jacko, un ansioso e simpatico clamidosauro. Insieme, tra mille ostacoli, i nostri giovani esploratori dovranno cercare di rimanere uniti ed essere molto coraggiosi e svegli per riuscire a portare a termine la loro missione, ritrovare il papà di Billy e tornare a casa sani e salvi.
ven. 15 h 21,30 LEONE NEL BASILICO film da 3,50€
La 60enne Maria Celeste, antipatica, orgogliosa e severa, sola in una Roma deserta a metà agosto si ritroverà a salvare la vita di Leone, un bambino di pochi mesi abbandonato tra le sue braccia dalla giovane e stravagante mamma. Inizia così l'epico e appassionante viaggio dei due protagonisti che sia pur così diversi tra di loro sono involontariamente uniti da un destino che li porterà ad affrontare la vita salvando l'un l'altra da un'amara realtà.
dom. 17 h 21,30 PELE' film da 3,50€
L'incredibile storia vera del leggendario giocatore di calcio brasiliano Edson Arantes do Nascimento, universalmente noto come Pelé, che da semplice ragazzo di strada raggiunse la gloria, appena diciasettenne, trascinando la nazionale brasiliana alla vittoria del suo primo mondiale nel 1958 e diventando poi il più grande calciatore di tutti i tempi vincendo altre due Coppe del Mondo. Nato in povertà, affrontando un'infanzia difficile, Pelé ha usato il suo stile di gioco poco ortodosso e il suo spirito indomabile per superare ogni tipo di ostacolo e raggiungere la grandezza che ha ispirato un intero Paese, cambiandolo per sempre.
«Pensato come omaggio alla World Cup 2014, disputatasi in Brasile, ma finito in ritardo, il film rievoca il difficile clima internazionale, tra brevi sequenze d'epoca e dichiarazioni forzate (e un po' inventate per condire la vicenda), che accompagna la Seleção nel torneo iridato. La sequenza travolgente è nello storico hotel di lusso di Stoccolma, prima della finale, con tutta la squadra che esegue veroniche, rabone, tunnel e giocate di sponda tra i corridoi e la cucina dell'albergo»
Flaviano De Luca - Il Manifesto
lun. 18 h 21.30 LA CANZONE PERDUTA film da 3,50€
Ali, giovane maestro, vive con l'anziana madre Nigar nell'estrema periferia di Istanbul, "casa" di numerosi rifugiati curdi costretti a lasciare i propri villaggi negli anni '90. Nigar è convinta che tutti gli altri siano tornati al paese d'origine: tormentata, prepara ripetutamente i bagagli per farvi ritorno e poi vaga per la città, smarrita. La donna insiste a voler ritrovare una vecchia canzone tradizionale che però nessuno sembra conoscere. Ali si occupa di lei, prendendosene cura e facendo di tutto per recuperare la canzone sconosciuta, mentre cerca di trovare il tempo per lavorare e scrivere i suoi libri e non riesce a ricambiare appieno la dedizione che dimostra per lui la sua fidanzata. Quando quest'ultima resta incinta, il richiamo della terra d'origine e il desiderio di inserirsi nella realtà turca sembrano inconciliabili.
NOTE DI REGIA: Sono un curdo cresciuto in Turchia negli anni Novanta, quando tutti i legami dei curdi con la loro lingua materna erano stati tagliati. Per me, mia madre è stata di fondamentale importanza per mantenere viva la mia lingua. Mi raccontava tante storie e forse questo mi ha fatto sentire il bisogno di fare lo stesso. Ci sono molte persone come la madre di Ali, il protagonista, non solo curdi ma molti immigranti della zona del mar Nero, che hanno dovuto lasciare le loro case. Quando ero all'università ho lavorato sui diritti delle minoranze e ho conosciuto molti di loro. Da questo è nata l'idea del film. È stato difficile trovare finanziamenti ma siamo stati aiutati dalla comunità curda e dal finanziamento collettivo online.
mar. 19 h 21.30 DA MONET A MATISSE dipingere il giardino moderno arte €6 per tutti
Il film trasporta così gli spettatori attraverso alcuni dei più bei giardini del mondo, raffigurati poi all'interno di opere d'arte: oltre alle ninfee di Monet a Giverny, conosceremo il giardino di Bonnard a Vernonnet, in Normandia, o quello di Kandinskij a Murnau, in Alta Baviera, luogo di incontro di musicisti e artisti provenienti da tutto il mondo.
E avremo naturalmente un accesso privilegiato alle opere che questi magnifici giardini hanno ispirato e che sono state raccolte nella mostra londinese per narrare il ritorno alla natura che caratterizzò il periodo a cavallo tra Otto e Novecento: la ricerca di un'oasi di pace, in fuga dal rumore e dal caos della vita moderna.
mer. 20 h 21.30 JOUR DE FETE film restaurato da 3,50€
A Sainte Sévère, piccolo centro rurale francese, si allestisce la sagra annuale. Tra le varie "attrazioni", c'è anche quella di un cinematografo ambulante e François, il postino, complice qualche bicchiere di troppo, si esalta davanti ai prodigi mostrati da un documentario sul servizio postale statunitense.
Così, nel suo piccolo, cerca di emulare i "colleghi" d'oltreoceano, con risultati catastrofici. Film di debutto di Tati che ha incantato il mondo, tra inseguimenti spericolati in bicicletta e gag dal sapore slap-stick.
Un'autentica chicca, un godimento di vivida intelligenza e di grande finezza.
Note di restauro: Sfortunatamente il negativo originale in bianco e nero del 1949 fu distrutto. Dalla nuova edizione a colori del 1995 non fu svolto nessun lavoro sulle due prime versioni in bianco e nero inizialmente concepite da Tati (una delle quali, fu scoperto che era in parte trasferita da una versione a colori a una in bianco e nero). Nel 2012, una prima versione in bianco e nero è stata restaurata in risoluzione 4K, da due positivi di preservazione di uno stock di pellicole conservate negli archivi francesi. Anche la densità variabile del suono è stata recuperata dagli stessi positivi.
gio. 21 h 21.30 HEIDI junior €3 per tutti
Heidi, una bambina rimasta orfana, trascorre i giorni più felici della sua infanzia con il nonno Almöhi, un tipo eccentrico che vive isolato da tutti in una baita sulle montagne svizzere. Insieme al suo amico Peter, Heidi si occupa delle capre di Almöhi, godendosi la libertà tra le montagne. Ma questa epoca spensierata si interrompe bruscamente quando Heidi viene condotta a Francoforte da sua zia Dete. L'idea è di farla vivere con la famiglia del ricco signor Sesemann e di farla diventare una compagna di giochi per Klara, la figlia di Sesemann, costretta su una sedia a rotelle. Allo stesso tempo Heidi potrà imparare a leggere e a scrivere sotto la supervisione di una severa governante, la signorina Rottenmeier. Nonostante le due ragazzine diventino subito amiche, e la nonna di Klara faccia sbocciare in Heidi una passione per i libri, la nostalgia per le montagne e per Almöhi diventa ogni giorno più forte...
ven. 22 h 21.30 SECONDA PRIMAVERA film da 3,50€
Nell'arco di sei stagioni, le storie incrociate di quattro personaggi, ciascuno rappresentativo di una diversa età della vita. A sovvertire l'inverno perenne in cui vive l'architetto cinquantenne Andrea è l'incontro con la studentessa Hikma, che gli ricorda la moglie Sofia, morta in circostanze oscure. Ripudiata dal fratello, un ristoratore di origine maghrebina, dopo essere rimasta incinta del trentenne Riccardo - già sposato con Rosanna, circa dieci anni più grande di lui - Hikma viene ospitata da Andrea, a cui insegna a prendersi cura del giardino che circonda la sua grande villa al mare. Andrea sviluppa un inconfessato sentimento, assai vicino all'amore: la seconda primavera della storia è per lui una nuova stagione di passioni. Ma quando Riccardo ritorna da Hikma - dopo un periodo di riavvicinamento alla moglie - Andrea si sa fare da parte: il suo rammarico è però attenuato dalla consapevolezza di essere ritornato alla vita.
da Maastricht in esclusiva per la costa adriatica
sab. 23 h 20 CONCERTO DI ANDRÉ RIEU evento live da €10
Noto come 'Il Re del Valzer', André Rieu è uno degli artisti musicali più popolari del mondo. Il suo leggendario concerto annuale a Maastricht è l'evento cinematografico più atteso dell'anno.
All'interno del suggestivo scenario medievale della piazza della città natale olandese di André, con la Johann Strauss Orchestra, soprani, tenori e ospiti molto speciali, André promette, e fornisce, un'indimenticabile esperienza musicale piena di umorismo, divertimento ed emozioni per tutte le età.
Commentando l'evento di quest'anno, André ha dichiarato: "Ogni anno troviamo modi per rendere il concerto nella mia città natale, un'esperienza unica per il nostro pubblico in piazza, così come quelli che ci guarda nei cinema abbiamo messo un sacco di tempo, energia e amore nella creazione di qualcosa di speciale, un po' di Maastricht magica ".
Un'esperienza davvero incantevole da non perdere!
lun. 25 h 21.30 LOVE & MERCY film da 3,50€
La vita di Brian Wilson, celebre leader dei Beach Boys: dai successi con la band californiana - in cui lui era cantante e autore - che ha ridefinito la musica pop americana degli anni Sessanta, al devastante esaurimento nervoso che portò all'abbandono di Wilson del gruppo e all'incontro con il controverso terapista Eugene Landy. Percorrendo più di trenta anni della vita di Wilson, il film rivela il lato più oscuro e più complesso della storia che giace dietro la felice apparenza di una musica spensierata e baciata dal sole, inclusa la battaglia di Wilson contro la malattia mentale e gli abusi di droga, i suoi anni sotto l'influenza del terapista Eugene Landy e la relazione redentiva con Melinda Ledbetter, il tutto incorniciato nel contesto della sua impareggiabile vita da musicista.
mar. 26 h 21.30 SAN PIETRO E LE BASILICHE PAPALI arte €6 per tutti
Un tour cinematografico con punti di vista inediti e riprese mai realizzate prima. San Pietro, San Giovanni in Laterano, Santa Maria Maggiore, San Paolo Fuori le Mura e le opere d'arte che custodiscono, raccontate da Antonio Paolucci, Paolo Portoghesi, Claudio Strinati e Micol Forti e introdotte dai brani di 'Passeggiate Romane' di Stendhal interpretati da Adriano Giannini.
mer. 27 h 21.30 LE VACANZE DEL SIGNOR HULOT film restaurato da 3,50€
A bordo della sua vecchia automobile Amilcar, il signor Hulot parte per le sospirate vacanze al mare, portando gran scompiglio nella ridente località bretone. Les vacances de Monsieur Hulot fa conoscere al mondo la figura impacciata e inconsapevolmente sovversiva del mitico personaggio incarnato da Jacques Tati.
Una splendida satira gentile, musicata dalle voci in sottofondo dei bambini che giocano in spiaggia, sull'incapacità degli adulti di godersi le vacanze.
Uno dei film preferiti in assoluto di David Lynch, film gioiello che posiziona il genio di Tati direttamente tra Charlie Chaplin e Buster Keaton.
Note di restauro: Tati rimontò il film in tre separate occasioni. Il suono de Les Vacances de Monsieur Hulot è vivace e colorato come i personaggi del film; una melodia ricorrente per cuori solitari al grammofono, il sottofondo poliglotta durante i pranzi al ristorante, una partita a carte accompagnata dall'eco della radio, una partita di tennis giocata al ritmo del cinguettio degli uccelli, i fuochi d'artificio accompagnati dal jazz. Ne Les Vacances de Monsieur Hulot le voci sono spesso allo stesso livello del suono d'ambiente generale. Era particolarmente importante mantenere una certa qualità "mormorante" nelle scene mute per assicurare la coerenza durante tutto il film. Così i frammenti di conversazione che erano volutamente incomprensibili sono stati conservati e il film ne ha guadagnato in intelligibilità.
gio. 28 h 21.30 UNLEARNING junior €3 per tutti
Otto ore di lavoro al giorno a testa, bambina a scuola fino alle quattro del pomeriggio, babysitter.... Quando arriva il momento più importante della giornata, la cena, ci ritroviamo sfiniti a parlare di mutuo e bollette, organizzando un'altra giornata di sopravvivenza. Questo è il modello comune che finora abbiamo vissuto, che ci confina in uno stile di vita che a nostra volta stiamo trasmettendo ai nostri figli come assunto di verità. Ma se lasciassimo la zona comfort della nostra esistenza, "disimparando" la religione del comfort per condividere i tempi, gli spazi, le logiche e i meccanismi di relazione con chi ha un concetto diverso di famiglia? Come vedremo la nostra vecchia vita al nostro ritorno? E, soprattutto, la vorremmo ancora?
ven. 29 h 21.30 COME SALTANO I PESCI film da 3,50€
Matteo è un ragazzo di 26 anni con una vita perfetta: un sogno nel cassetto, due genitori, Italo e Mariella che lo amano profondamente e una sorellina Giulia, che vede in lui, il suo eroe. Tutto si sgretola quando riceve una telefonata: il suo mondo era costruito attorno ad una terribile bugia. Matteo parte per far luce sulla sua vera infanzia, accompagnato in questo viaggio da Giulia, e da Angela, una ragazza che vive di espedienti incontrata lungo il cammino, ma la verità sul suo passato sarà ancora più sconvolgente di come s'immagina. GIRATO TRA PORTO san GIORGIO e AMANDOLA
dom. 31 h 21.30 EDDIE THE EAGLE film da 3,50€
La storia del saltatore con gli sci britannico Michael "Eddie" Edwards, che non ha mai smesso di credere in se stesso, anche quando un'intera nazione contava su di lui. Con l'aiuto di Bronson Peary, un allenatore ribelle e carismatico, Eddie conquista il cuore degli appassionati di sport di tutto il mondo con una spettacolare prestazione alle Olimpiadi invernali di Calgary nel 1988.
AGOSTO 2016
lun. 1 h 21.30 CINQUE TEQUILA film da 3,50€
Nonostante i limiti dell'età e la disapprovazione dei familiari, tre amici ottantenni decidono di intraprendere un viaggio per mantenere la promessa fatta a un amico morente. Così, Emiliano, Augustin e Benito, uniti dalla passione per il gioco a domino, si mettono in viaggio per portare al museo della cittadina messicana di Guanajuato un vecchio tovagliolo di carta con la prima versione di una celebre canzone scritta dal famoso José Alfredo Jiménez, il miglior compositore messicano di musica ranchera di tutti i tempi. "El Rey" come era noto, l'aveva dedicata proprio a lui: Pedro. Dopo un'ultima sigaretta e un giro di tequila, il gruppo di vecchi amici sigillerà questa promessa. I tre si troveranno così a vivere una serie di avventure pittoresche e surreali che faranno ritrovare loro uno scopo nella vita, anche alla loro veneranda età.
dal Teatro Liceu di Barcellona
mar. 2 h 20.30 NORMA di Bellini opera lirica da €10
Se siamo mossi a commozione nel suo ascolto, non c'è nulla da vergognarsi. Questo disse Richard Wagner dell'opera più famosa di Vincenzo Bellini, che era da lui considerata l'esempio perfetto di tragedia musicale.
E infatti il Romanticismo italiano raggiunge con Norma uno delle sue massime espressioni.
Questa produzione, con la regia dell'Americano Kevin Newbury, enfatizza gli aspetti rituali della tragedia.
Nella Gallia romana la sacerdotessa Norma ha rotto il suo voto di castità per amore del proconsole romano Pollione. La nascita dei loro due figli è tenuta segreta. Ma quando Norma scopre di avere una rivale, la gelosia esplode.
Una rocambolesca vicenda porta Norma a odiare e poi allearsi con la rivale Adalgisa, che sceglie di lasciare Pollione. Pollione giunge, dopo un tumulto di sentimenti avversi, a immolarsi sul rogo con Norma.
Norma è un'eroina classica, passionale e vendicativa e a partire dal suo dilemma si sviluppa l'opera più celebre del più grande e ultimo compositore del "bel canto". Mentre il 26 dicembre del 1831, al debutto alla Scala di Milano, l'opera andò incontro a un fiasco clamoroso, diventò invece la più popolare tra quelle composte da Bellini.
mer. 3 h 21.30 MON ONCLE film restaurato da 3,50€
Il film più esilarante e colorato di Jacques Tati, che mette a confronto due mondi completamente diversi: quello iper-moderno della famiglia Arpel, con quello bucolico e popolare di Hulot, zio strampalato e prediletto del piccolo Gerard.
Attraverso una comicità elegante e irresistibile, il regista francese svela le contraddizioni di una società rigida e "di plastica", e la necessità del gioco come unica via di fuga. Tati definisce il suo stile inconfondibile nella cura maniacale della scenografia e del suono come veri protagonisti della messa in scena.
Note di restauro: Il restauro della colonna sonora di Mon oncle è stato possibile grazie al negativo originale il quale, nonostante i danni da usura causati dalle numerose proiezioni, era la migliore risorsa disponibile.
Era particolarmente importante rispettare i materiali originali e correggere il danno continuando a preservare l'effetto stilistico radicale delle scelte originali in termini di missaggio sonoro, spesso stabilito senza preoccupazioni verso il realismo, si pensi per esempio al suono del cucchiaio quando Mrs. Arpel gira il caffè sugli scalini della casa. Il rumore del cucchiaino che colpisce la tazza è missato come se fosse in primo piano, mentre il resto dei personaggi, che rimangono sullo sfondo dell'immagine, è filmato in campo lungo. Si veda anche la scena in cui Hulot gioca con gli utensili della cucina: il suono costituisce la parte fondamentale della gag.
gio. 4 h 21.30 IL REGNO DI WUBA junior €3 per tutti
Il giovane Tianyin si ritrova coinvolto in un evento che può cambiare la storia dell'umanità. Infatti, la regina dei mostri, che è incinta, gli affida il suo piccolo, destinato a diventare il nuovo re della sua specie. Così, Tianyin dovrà proteggerlo dai cacciatori di mostri che cercano di catturarlo. A rendere il tutto più complicato, ed entusiasmante, sarà l'incontro con la giovane cacciatrice Xiaonan, che gli offre protezione a caro prezzo... Il destino di Wuba e il futuro dell'impero dei mostri sono nelle loro mani. Ma non sanno che questo è solo l'inizio della loro epica avventura!
ven. 5 h 21.30 CIAO BROTHER film da 3,50€
Angelo, un quarantenne simpatico e un po' truffaldino, si ritrova a dover fuggire a Los Angeles dopo aver venduto dei quadri falsi. Giunto in California senza un soldo e con le carte di credito bloccate, si arrangia come può, dormendo anche per strada. Un giorno, scopre che un ricco imprenditore italoamericano è morto, lasciando un'enorme eredità al figlio George, e nota che il caro estinto gli somiglia moltissimo. Così, Angelo si presenta a casa di George, sostenendo (senza fornire alcuna prova) di essere suo fratello. Tra gag, colpi di scena e situazioni folli, i due fratelli acquisiti finiranno per diventare amici per la pelle.
dom. 7 h 21.30 FOTOGRAFIA: un'arte che rende liberi ingresso libero
(un viaggio emozionante con i detenuti di "Montacuto")
lun. 8 h 21.30 1981:INDAGINE A NEW YORK film da 3,50€
New York City, inverno 1981. Un immigrato che insegue l'American Dream, si troverà a vivere insieme alla sua famiglia uno dei periodi statisticamente più violenti in città: la violenza, il degrado, l'avidità e la corruzione, infatti, rischieranno di distruggere tutto ciò che lui ha costruito...
"In un cinema che a volte dà l'impressione di inseguire solo le mirabilie digitali o il narcisismo autoriale, fa piacere abbandonarsi a un film che ti racconta una storia non infantile e lo fa con una professionalità inappuntabile fatta di attori che sanno recitare, di dialoghi credibili e di una messa in scena bella ed efficace. «Come una volta» verrebbe da dire, quando il cinema sapeva appassionare, divertire e lasciarti anche qualche spunto su cui riflettere. Paolo Mereghetti (Corriere della Sera)
dal lago di Costanza - Bregenz
mar. 9 h 21 TURANDOT di Puccini opera lirica da €10
Nessun uomo riuscirà mai a possederla: per preservare la sua indipendenza, la principessa cinese Turandot pone tre enigmi da risolvere ad ogni uomo che la chiede in sposa. Il prezzo del fallimento è la morte.
Quando un principe ignoto risolve l'impossibile, Turandot è ancora riluttante. Pur di conquistare l'amore di Turandot, il principe le pone a sua volta un indovinello: sarebbe pronto a sacrificare la sua stessa vita nel caso Turandot riuscisse a svelare la sua vera identità prima dell'alba. Furiosa, Turandot ordina che nessuno dorma: tutti devono cercare di scoprire il suo nome ...
L'aria "Nessun Dorma" cantata da Calaf, ha reso la Turandot di Puccini famosa nel mondo. Sul palcoscenico di Bregenz, è interpretata sullo sfondo imponente di un muro a forma di drago sul Lago di Costanza. La scenografia di Marco Arturo Marelli fa uso di simboli del potere cinesi ed è ispirata dall'opera umana più lunga al mondo: la Grande Muraglia Cinese. Il muro di Bregenz è attraversato da squadroni di guerrieri di terracotta, oltre duecento in tutto, alcuni di loro altissimi, altri semi sommersi nell'acqua.
Ci sono elementi cinesi anche nella musica. Puccini fu ispirato dai temi musicali cinesi di un carillon donatogli da un suo amico diplomatico. Eppure, per quanto cinese possa apparire la stesura finale dell'opera di Puccini, il soggetto è tratto da una novella persiana e la partitura è in piena regola italiana.

mer. 10 h 21.30 AMARCORD film restaurato da 3,50€

Esattamente vent'anni dopo avere raccontato la storia di una fuga dalla provincia in I vitelloni, l'autore ritorna in quel piccolo mondo, ricostruendo gli ambienti della sua adolescenza a Cinecittà e a Ostia. La famiglia che vediamo rievocata nel film è quella dell'amico d'infanzia Titta Benzi e intorno a lui pullula un'umanità descritta con tinte sanguigne e linee grottesche (soprattutto i rappresentanti delle istituzioni, il clero e i gerarchi fascisti), con tenera sensualità (Gradisca) e un'ironia al tempo stesso affettuosa e graffiante. La vitalità delle figure che popolano il film (compresa l'emarginata ninfomane Volpina) cela una sotterranea, profonda malinconia. Il piccolo borgo romagnolo degli anni Trenta riassume una delle più penetranti immagini dell'Italia secondo Fellini: un piccolo mondo immaturo e conformista, succube di un regime becero e mistificatore, o tristemente impotente di fronte alle sue violenze.

gio. 11 h 21.30 MICROBO E GASOLINA junior €3 per tutti
E' la metà dell'anno scolastico quando Microbo, un ragazzino timido che si perde spesso nei suoi disegni, e Gasolina, un ragazzo brillante e pieno di inventiva, diventano grandi amici. All'arrivo delle vacanze estive, i due ragazzi non vogliono trascorrere le vacanze estive con le rispettive famiglie. Decidono così di fare un viaggio da soli in giro per la Francia e costruiscono una macchina speciale, sui generis, utilizzando un tosaerba e alcune assi di legno. Pronti per l'avventura!
ven. 12 h 21.30 UN BACIO film da 3,50€
Lorenzo, Blu e Antonio hanno molte cose in comune: hanno sedici anni, frequentano la stessa classe nello stesso liceo in una piccola città del nord est, hanno ciascuno una famiglia che li ama. E tutti e tre, anche se per motivi differenti, finiscono col venire isolati dagli altri coetanei. La loro nuova amicizia li aiuta a resistere, fino a quando le meccaniche dell'attrazione e la paura del giudizio altrui non li colgono impreparati...
"Uno studio di caratteri, un'analisi attenta e forse anche sottile delle reazioni di sedicenni proprio nel momento della loro crescita. Con la possibilità di animarvi attorno altri personaggi, altri caratteri, arrivando alla proposta di un coro abilmente costruito per ridarci un ritratto preciso e sincero dei sedicenni di oggi, visti sui banchi di un liceo e poi in casa con le loro famiglie, in sintonia con alcune, in polemica con altre. Segnalo la bella colonna sonora con canzoni note a tutti i giovani e le calde, suggestive immagini firmate dal migliore autore della fotografia che abbia il nostro cinema, Luca Bigazzi."
(Gian Luigi Rondi, 'Il Tempo', 29 marzo 2016)
mar. 16 h 21.30 UFFIZI E FIRENZE arte €6 per tutti
Il film attraversa i luoghi simbolo di Firenze dalla Cappella Brancacci (con gli affreschi di Masolino e Masaccio, emblema del passaggio da Medioevo a Rinascimento) al Museo del Bargello che ospita il David di Donatello; da S. Maria del Fiore con le sue sfavillanti vetrate e la Cupola del Brunelleschi a Palazzo Medici; da Piazza della Signoria a Palazzo Vecchio sino alla Galleria dell'Accademia, che custodisce il David di Michelangelo. Cuore del film è naturalmente la Galleria degli Uffizi: gli spettatori potranno accedere all'interno della Tribuna (luogo visibile al pubblico solo da tre punti esterni) e Antonio Natali ci accompagnerà tra le opere. L'excursus narrativo all'interno della Galleria va da Giotto a Gentile da Fabriano e Piero della Francesca, a Raffaello e Tiziano, dall'Annunciazione di Leonardo al Tondo Doni di Michelangelo, senza tralasciare le opere simbolo quali la Primavera e la Nascita di Venere di Botticelli e lo Scudo di Medusa di Caravaggio, quest'ultimo inserito all'interno di un capitolo dedicato alle opere 'mostruose' della Galleria, tra cui la Madonna della Arpie di Andrea del Sarto, la Calunnia di Botticelli e Giuditta che decapita Oloferne di Artemisia Gentileschi.
Una perla di Firenze e gli Uffizi sarà costituita dallo svelamento del restauro in corso dell'Adorazione dei Magi di Leonardo, assente dagli Uffizi dal 2011. Il soprintendente dell'Opificio delle Pietre Dure, Marco Ciatti, racconterà i risultati delle analisi e fornirà inediti approfondimenti su elementi comparsi durante il restauro oltre che interessanti dettagli sulle tecniche utilizzate.
mer. 17 h 21.30 LA MEMORIA DELL'ACQUA doc da 3,50€
Un bottone di madreperla incrostato nella ruggine di una rotaia in fondo al mare: è una traccia dei desaparecidos di Villa Grimaldi a Santiago, il grande centro cileno di detenzione e tortura sotto la dittatura di Pinochet. Un fiume che scorre e il tintinnio delle cascate: è la canzone dell'acqua alla base della cultura dei Selknams, popolazione nativa sudamericana trucidata dai colonizzatori. Due massacri, e la memoria dell'acqua: sono le chiavi narrative per raccontare la storia di un Paese e delle sue ferite ancora aperte, per percorrere il Cile e la sua bellezza, il Cile e la sua violenza.
"Odissea nello spazio infinito dell'acqua che è musica, vive e conserva la memoria. Lo stupendo film del cileno Patricio Guzmán (...). Guzmán si fa trovare dalla poesia con la cinepresa in mano, non la chiama, ma ci porta con le sue immagini lontanissimi e vicinissimi nel tempo." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 21 aprile 2016)
gio. 18 h 21.30 THE IDOL junior €3 per tutti
Siamo a Gaza. Sinonimo di tanti conflitti, distruzione e disperazione, ma per Mohammed Assaf e sua sorella Nour, Gaza è la loro casa e il loro parco giochi. È dove, insieme ai loro migliori amici Ahmad e Omar, fanno musica, giocano a calcio e hanno il coraggio di sognare in grande. La loro band è alla buona, utilizzano vecchi strumenti musicali, ma nonostante tutto hanno grandi ambizioni. Mohammed e Nour desidererebbero cantare all'Opera Hall del Cairo; per raggiungerla sarebbe necessaria una vita intera, ma Mohammed scoprirà che per alcuni sogni vale la pena di lottare. Lungo la strada, Mohammed incontrerà la tragedia e proverà la solitudine. Il mondo che lo circonda andrà in frantumi. Nonostante tutto, comunque, Mohammed sa che la sua voce lo libererà dal dolore che lo pervade, e porterà a un popolo senza voce la gioia. Per pagarsi gli studi universitari canta ai matrimoni e guida un taxi. Anche quando l'assedio nel territorio di Gaza si intensifica, e si vive in una situazione sempre più minacciosa, Mohammed sa di avere un dono raro; con la sua voce può far sorridere e dimenticare i problemi e i dolori. Una sera, ecco la possibilità che il sogno si avveri: sente in tv che i provini per "Arab Idol", lo show più popolare nel mondo arabo, si svolgono al Cairo. I confini sono chiusi. Sembra non esserci via d'uscita. Ma la voglia di realizzare un sogno è più forte di ogni ostacolo... Ecco l'opportunità di cambiare la sua vita e dare a un popolo senza voce la più grande sensazione: la libertà di amare, vivere e sentirsi liberi. Ispirato all'incredibile storia vera di Mohammed Assaf.
ven. 19 h 21.30 BRICIOLE SUL MARE film da 3,50€
Un omaggio alle terre del Sud, forti di passioni, ricche di colori e con quel calore tipico di chi sa essere ospitale ed accogliente. Nello specifico un tributo alla Sicilia e alla Puglia, tra l'unicità dei panorami mozzafiato che caratterizzano queste terre del sole, capaci di stregare chiunque le abbia esplorate. Uno spaccato d'Italia denso di suggestioni emotive e psicologiche, con la partecipazione amichevole di Sergio Friscia e con lo stesso Walter Nestola, Lorena Noce, Guido Cerniglia, Nino Chirco, Elena Pistillo, Pierpaolo Saraceno, Marcello Rimi, Jonata Arata. Scritto da Guido Cerniglia e Walter Nestola. Musiche originali di Loriana Lana. Una commedia agrodolce attorno alla quale gravitano numerosi personaggi, alcuni de quali scelti tra gli abitanti del luogo e presi quindi dalla strada, in un ritmo veloce, incalzante e il susseguirsi di colpi di scena. Il film, girato tra Marsala, Copertino e New York, narra la storia di un pescatore salentino che, quotidianamente, si reca a pesca con la sua barca per appagare il suo desiderio di relax e quel senso di pace che lo pervade quando è in mezzo al mare. Per uno strano caso del destino un giorno si addormenta e quando si risveglia si rende conto di trovarsi nelle acque siciliane. In questa terra assolata avrà modo di conoscere Salvo, un giovane che si appresta a prendere coscienza della sua vita futura, e si renderà testimone di un omicidio che tingerà di giallo la sua permanenza sull'isola. Tutto sembra indirizzarsi verso un finale tragico, ma un colpo di scena lo rende invece grottesco e comico, dai risvolti decisamente romantici.
dom. 21 h 21.30 UN (ANNO) CORTO ingresso libero
(serata con 12 cortometraggi indipendenti presi dal web)
lun. 22 h 21.30 VIAGGIO DA PAURA film da 3,50€
Omar, Ramy e Jay, dopo anni di allontanamento a seguito della morte di Hadi, decidono di finalmente intraprendere il viaggio che avrebbero dovuto fare a suo tempo, da Abu Dhabì a Beirut, per visitare la tomba dell'amico.
Omar è un personal trainer quasi neo-papà, Jay è un playboy aspirante DJ, e Ramy un blogger attivista politico con 737 followers su Twitter! I tre devono partire di nascosto, chi dalla moglie prossima al parto, chi dalla madre ansiosa e oppressiva, chi da un padre-padrone. I tre guideranno da Abu Dhabi a Beirut attraversando l'Arabia Saudita, la Giordania e la Siria.
Sequestrati da un gruppo di ribelli, rischieranno la vita e cominceranno a riconsiderare la loro visione del mondo. Tra avventure rocambolesche, esilaranti e rischiose giungeranno infine a Beirut più forti e più uniti di prima.
mar. 23 h 21.30 IL GESTO DELLE MANI arte €6 per tutti
Passaggio dopo passaggio, in un gioco coreografico in cui le mani eseguono e ripetono gesti antichissimi, una nuova scultura di bronzo prende vita. Solo seguendo tutte le tappe fino alla fine del film si comprenderà il percorso di realizzazione della scultura: il montaggio porta con sé lo spettatore in un viaggio quasi ipnotico, un'esperienza senza tempo, in cui al presente si innestano e si mescolano inserti di filmati storici.
Viene così svelata l'immutata tecnica della fusione a cera persa, la cui tradizione risale al quinto secolo avanti Cristo. La stessa con cui sono stati realizzati i Bronzi di Riace: a tutt'oggi, per realizzare una scultura in bronzo, è necessario seguire gli stessi passaggi.
PREMIO FIPRESCI AL FESTIVAL DI BERLINO 2015
mer. 24 h 21.30 PLAY TIME film restaurato da 3,50€
L'opera più imponente di Tati, girata in 70 mm nel set monumentale Tativille, ritrova un sempre più spaesato Monsieur Hulot insieme a un gruppo di turisti americani nella moderna e tecnologica Parigi.
In balia degli eventi, Hulot irrompe e distrugge gli schemi rigidi della società con la grazia e intelligenza proprie del suo umorismo, rendendo la visione di PlayTime un'esperienza unica da godersi esclusivamente in sala.
Note di restauro: A parte il restauro tecnico, il film è stato rielaborato anche a un livello artistico. Aggiungendo elementi del montaggio originali riscoperti solo recentemente. Quando PlayTime ebbe la sua seconda uscita nel 1978, Tati, che nel frattempo era caduto in una pressante crisi economica, fu obbligato a fare numerosi tagli per un maggior successo commerciale, tagli che ridussero drasticamente la durata del film. Ad oggi questa è l'unica versione rimasta di PlayTime e va detto che fu anche l'unica di cui il regista non si sentì mai soddisfatto.
Il recupero della versione integrale, l'unica approvata veramente da Jacques Tati, è stata possibile grazie agli scarti che sono stati conservati fino ad ora. Anche l'audio utilizzato risale alla versione del 1978, l'ultimo in ordine di tempo, rivisto da Tati. Le parti tagliate, nella riedizione del 1978, sono state reintegrate con i materiali originali del 1968.
gio. 25 h 21.30 GROTTO junior €3 per tutti
Tre bambini costringono un loro compagno di classe a una prova di coraggio per entrare a far parte del loro gruppo: dovrà portare via un teschio da una chiesa abbandonata. Inaspettatamente il bambino viene inghiottito da una voragine che si apre sul pavimento. I tre ragazzi rimasti fuori accorrono ma non sanno cosa fare, chiamano l'amico senza ottenere alcuna risposta. Il buco è troppo profondo e pensano al peggio. Andarsene sembra essere l'unica soluzione onde evitare guai, ma non sanno che la sorellina di uno di loro li ha seguiti. La bambina irrompe nella chiesa e interviene temeraria e coraggiosa. Si cala nella voragine dove è caduto il bambino appesa ad una corda di fortuna, ma quando la panca a cui si era legata cede sotto il suo peso, trascina nel buco tutti anche i tre i bambini. Ritrovano il loro compagno ma si rendono conto di non poter più tornare indietro. Insieme dovranno cercare una via d'uscita. Dopo numerose peripezie, arrivati allo stremo delle forze, saranno aiutati da Grotto, la buffa creatura simile a una stalagmite che abita nelle grotte e che si esprime solo con suoni gutturali.
ven. 26 h 21.30 CORPO ESTRANEO film da 3,50€
Angelo e Kasia si incontrano e innamorano in Italia, entrambi fanno parte del movimento cattolico dei Focolarini. Quando lei decide di tornare in Polonia per entrare in convento, lui decide di seguirla nella speranza che cambi idea. Nel frattempo, a Varsavia, trova lavoro in una multinazionale, dove la sua superiore Krystyna, una donna disinibita e cinica, è allo stesso tempo affascinata dalla sua fede e desiderosa di circuirlo e dominarlo. Tra scandali ed episodi di corruzione legati all'azienda in cui Krystyna riesce a coinvolgere Angelo, raggirandolo e rendendolo un capro espiatorio, il destino dei due subirà una svolta. Le sorti spirituali ed esistenziali di Angelo saranno legate alla scelta dell'amata Kasia, quelle di Krystyna alle conseguenze estreme del suo agire senza scrupoli.
Note di regia - Il film, un dramma psicologico, racconta lo scontro tra il cinismo del mondo del business e l'idealismo della gioventù. La perversità della storia nasce dal fatto che ad essere perseguitato è un giovane uomo, un italiano, che è profondamente cristiano. Dall'altra parte c'è una donna emancipata che supera l'uomo in cinismo e brutalità. L'esito dello scontro è doppio: l'idealismo vacilla e il cinismo va in crisi, anche se resta lontano da una possibile conversione. Se alla mia età si torna dietro alla macchina da presa è per una ragione: invitare a ritrovare un'integrità.
lun. 29 h 21,30 UN'ESTATE IN PROVENZA film da 3,50€
Léa, Adrien e il fratello Théo, nato sordo, partono con la madre per una vacanza in Provenza presso il nonno Paul, che vive tra gli ulivi e che i ragazzi non hanno mai incontrato a causa di una lite familiare. Certo non era questa la vacanza dei loro sogni, senza contare la notizia che il padre se ne sta andando di casa. Nel giro di 24 ore, il soggiorno in Provenza dei tre ragazzi si trasformerà in un vero e proprio scontro generazionale. Tuttavia, quando il passato tempestoso di Paul si riaffaccia e i trasgressivi anni Settanta fanno ritorno sullo sfondo incantevole della Provenza, mettendo in luce il suo lato più umano e affettuoso, ecco che le differenze tra la vita di città e di campagna si annullano e le due generazioni possono finalmente incontrarsi dando vita a una vacanza indimenticabile.
mar. 30 h 21.30 ISTANBUL E IL MUSEO DELL'INNOCENZA DI PAMUK arte €6 per tutti
Prendete uno degli scrittori contemporanei più amati al mondo, premio Nobel per la letteratura nel 2006, tradotto in più di 60 lingue e con oltre dodici milioni di copie vendute in tutto il pianeta. Sia che siate suoi lettori da sempre, sia che vi avviciniate per la prima volta alle sue opere, permettete a Pamuk, il romanziere più famoso di Istanbul, e al film di Grant Gee di guidarvi per le vie della città e lasciatevi ammaliare da una storia di collezionismo misteriosa e intensa che racconta come un luogo reale possa nascere, in occasioni particolari come questa, dalla forza dell'immaginazione e della scrittura.
mer. 31 h 21.30 IL TEOREMA DELLA CRISI doc da 3,50€
La vera storia del genio della finanza Martin Armstrong, l'uomo che ha progettato un modello in grado di calcolare con inquietante precisione l'andamento dell'economia internazionale e persino lo scoppio delle guerre. Tutto fino a quando l'FBI si presenta alla sua porta per arrestarlo e sbatterlo in carcere. Un arresto forse finalizzato a impedire di rivelare la fragilità del sistema economico statunitense, destinato secondo i calcoli di Armstrong a crollare su se stesso a partire dall'1 ottobre 2015.
SETTEMBRE 2016
gio. 1 h 21,30 IL BAMBINO DI VETRO junior €3 per tutti
Palermo. È inverno quando Giovanni, un bambino di dieci anni, scopre che nella parola "famiglia" può nascondersi il male. Una graduale presa di coscienza porterà il bimbo a una crisi nel legame con il padre Vincenzo, lavoratore del mercato ittico, ma in realtà corriere della droga. Prodotto da Paolo Maria Spina dal romanzo di Giacomo Cacciatore.
da Monaco
mar. 6 h 21,15 TRE STAR DA MONACO concerto live da €10
Le star della musica classica per la prima volta si esibiscono insieme a Königsplatz: una notte indimenticabile in questa piazza di Monaco, che con i suoi edifici classici, diventa uno spazio scenico unico e suggestivo. Si trasforma in un teatro lirico a cielo aperto con una "platea" di 15.000 spettatori.
Anna Netrebko si unisce a Jonas Kaufmann e Thomas Hampson nel cuore culturale di Monaco di Baviera per una serata all'aperto ricca di arie celebri, duetti e scene d'opera di Verdi, Puccini, Giordano, Leoncavallo, Bizet, Offenbach, Lehár e altri, accompagnati dalla Janáček Philharmonic Ostrava diretta da Claudio Vandelli.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

  • Red Shoes: il film di Matthew Bourne proiettato al Cinemuse

    • solo domani
    • 24 ottobre 2020
    • Cinemuse

I più visti

  • La street art newyorchese arriva a palazzo Campana: la mostra di Keith Haring

    • dal 23 luglio 2020 al 10 gennaio 2021
    • Palazzo Campana
  • Letizia Battaglia: la grande fotografa in mostra alla Mole

    • dal 23 luglio 2020 al 1 gennaio 2021
    • Mole Vanvitelliana
  • Mercato ittico e porto peschereccio: il FAI apre le porte ai tesori nascosti della città

    • Gratis
    • 25 ottobre 2020
    • mercato ittico
  • Giuseppe Chiari, suono, parola, azione: la mostra a Palazzo Bisaccioni

    • Gratis
    • dal 27 giugno al 22 novembre 2020
    • Palazzo Bisaccioni
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    AnconaToday è in caricamento