Giornata della Memoria: in rete le opere del fondo Terni

In occasione della Giornata della Memoria, la Biblioteca Comunale “L. Benincasa” mette in rete una bibliografia delle opere di argomento ebraico tratte dal fondo costituito dai volumi donati da Giorgio Terni

Theodor Hertzl

In occasione della Giornata della Memoria, tra le varie iniziative del Comune di  Ancona, la Biblioteca Comunale “L. Benincasa” mette in rete sul Portale “Ancona Cultura” e su Ankonline,  a disposizione di tutti, una bibliografia delle opere di argomento ebraico tratte dal fondo costituito dai volumi donati da Giorgio Terni (1888-1965).
In esse spiccano ad esempio opere come la prima edizione dell’opera del gesuita Pierre Charles, a confutazione dello scritto antisemita “Protocolli dei Savi Anziani di Sion”, il classico testo “Lo stato ebraico” di Theodor Hertzl e l’opera di Lord Russell, “Il flagello della svastica” , primo libro in assoluto pubblicato dalla casa editrice Feltrinelli.

Giorgio Alberto Terni fu un insigne avvocato e assunse la presidenza della Comunità Ebraica di Ancona durante le persecuzioni razziali,  per tenerla fino al 1946. Durante il periodo immediatamente seguente all’armistizio operò in collaborazione con Elio Toaff, allora rabbino della Comunità di Ancona, organizzando il passaggio ad Ancona dei profughi stranieri confinati o internati al Nord Italia, che scendevano lungo la Penisola per trovare rifugio nel Sud.
Con testamento olografo del 23 agosto 1965 Giorgio Terni, tra le altre disposizioni, donava alla Biblioteca Comunale di  Ancona la sua biblioteca personale, che rifletteva la sua personalità di uomo colto e informato, attento al dibattito culturale, religioso e politico che si era andato sviluppando all’interno dell’Ebraismo europeo ed italiano a partire dalla metà dell’Ottocento.

La città si vedeva consegnare un fondo librario di indubbio interesse, in cui figurano  pubblicazioni giuridiche, opere storiche e letterarie italiane e straniere –soprattutto tedesche e francesi-  edizioni pregiate cinquecentine di classici greci e latini, un incunabolo, due manoscritti e libri d’arte.
La Biblioteca “Luciano Benincasa”,  consapevole del valore di questa donazione, ha ultimato recentemente il progetto della catalogazione in SBN di questi volumi, realizzato attraverso il lavoro di personale interno dell’Ufficio catalogazione, che ha reso possibile l’inserimento in rete di questo fondo di pregio (costituito di 2854 titoli) , consultabile attraverso l’Opac SBN della Provincia di Ancona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento