menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Export in calo per le aziende marchigiane, persi 28 milioni di euro

Ammonta a 5.872 milioni di euro il valore delle esportazioni delle aziende marchigiane rilevato dall’Istat per il secondo trimestre 2018

I dati Istat delle esportazioni regionali al secondo semestre 2018 vedono le Marche in lieve calo rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: male carta e autoveicoli, si salvano computer e elettronica

Ammonta a 5.872 milioni di euro il valore delle esportazioni delle aziende marchigiane rilevato dall’Istat per il secondo trimestre 2018. L’istituto di statistica ha registrato un lieve calo, dello 0,5%, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nei primi sei mesi dell’anno si sono persi 28 milioni di euro di vendite verso l’estero. Il segno negativo è in controtendenza rispetto al dato nazionale che vede invece un aumento del 3,7%. Poche le regioni che registrano un calo. Oltre alle Marche anche Liguria, Lazio, Puglia e Sardegna.

Tra i settori che hanno subito una maggior battuta di arresto quelli legati alla carta e prodotti derivati (-18,6%), la farmaceutica (-15,5%), gli autoveicoli (-14,4%) mentre vanno bene computer (+10%), elettronica (+20%). Ad abbassare la media marchigiana sono le province del sud (Macerata, Fermo e Ascoli) mentre le altre segnalano un aumento. Ancona tra l’1,3 e il 5% mentre, meglio, Pesaro tra il 5 e l’11%. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento