Decreto Monti: alle famiglie marchigiane costerà 600 milioni

Ritorno dell'Ici, aumento dell'Iva, nuovi estimi, rincari sull'accisa della benzina, tagli agli enti locali e imposte e balzelli vari: 1.580 euro all'anno per una famiglia di 4 persone

Mario Monti

Tra ritorno dell’Ici, aumento dell’Iva, nuovi estimi, rincari sull’accisa della benzina, tagli agli enti locali e imposte e balzelli vari, una famiglia media di 4 persone dovrà pagare circa 1.580 euro su base annua solo per gli effetti della manovra economica. Nelle Marche, questo si tradurrà in un costo di 600 milioni di euro.
È quanto sima il Codacons, ripreso anche dal Resto del Carlino, sulla base delle nuove misure introdotte dal Governo Monti, calcolando le relative ricadute sulle famiglie della regione.

Considerando solo l’aumento dell’Iva, la famiglia media marchigiana dovrà affrontare una maggiore spesa pari a 675 euro: 418 euro per l’Iva al 23% e 257 euro per l’Iva al 12% (senza considerare gli arrotondamenti al rialzo).
Secondo il Codacons questi nuovi provvedimenti “salva Italia” porteranno ad un generale impoverimento delle famiglie marchigiane, con ripercussioni sul potere d’acquisto e sui consumi, che saranno ulteriormente ridotti a danno dell’economia della regione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

Torna su
AnconaToday è in caricamento