Giovedì, 17 Giugno 2021
Economia Baraccola / Via Achille Grandi

Jamaica Happy Pub: alla Baraccola arriva il locale dove tutto è riciclato

I tavoli e gli sgabelli sono stati realizzati con casse di legno. Insoliti i lampadari. Alcuni sono formati da damigiane di Verdicchio, altri da bottiglie di vetro della Coca Cola e da forchette

C'è un forte richiamo al mondo caraibico nel nuovo locale Jamaica Happy Pub, allestito utilizzando completamente materiale riciclato. Il locale aprirà alla Baraccola, in via Grandi nell'edificio dove si trovava il Pandemonio. Il taglio del nastro sarà sabato 1° marzo e per l'occasione, una ragazza creerà le tipiche e particolari acconciature ovvero, i "rasta". Ad aprire il Jamaica Happy Pub, una catena di locali serali in franchising, due amici, Gianluca e Luca di 29 anni. I due giovani hanno deciso di intraprendere la strada dell'imprenditoria creando un locale per giovani che sia un'alternativa ai soliti pub, dove poter star rilassati ed ascoltare musica. Non di tratta di una discoteca e le consumazioni non potranno essere fatte in piedi. I posti a sedere sono 180, lo spazio molto ampio.

C'è anche una grande terrazza che potrà essere sfruttata in estate. Il locale sarà aperto dal martedì alla domenica in orario serale e offrirà lavoro a 10 giovani. Gli arredi sono in legno grezzo, i colori accesi. Ci sono piante tropicali, una cascata sulla vetrata e materiale riciclato preso dai mercatini dell'usato o dalle discariche. I mobili vengono dalla cantina, il legno dal mare, le biciclette erano abbandonate, l'apetto da dove suonerà il dj un mezzo lasciato in garage, mentre una barca dismessa è stata presa prima di essere portata in discarica. Dalla discarica viene invece una vasca dalla quale sono nati un divano e due poltrone. Altre poltroncine poi, sono state ricavate da dei bidoni in metallo.
I tavoli e gli sgabelli sono stati realizzati con casse di legno. Insoliti i lampadari. Alcuni sono formati da damigiane di Verdicchio, altri da  bottiglie di vetro della Coca Cola e da forchette.

«Apriamo alla Baraccola perché è una zona di ampio sviluppo. Questo locale darà visibilità alla città dal punto di vista europeo. Jamaica Happy Pub è un franchising presente in altri paesi» dicono i giovani imprenditori Luca e Gianluca.

Presenti alla conferenza di presentazione per la stampa, l'Onorevole Piergiorgio Carrescia e alcuni consiglieri comunali: Bona Finocchi, Italo D'Angelo, Massimo Mandarano e Roberto Grelloni. Tutti d'accordo nel pensare che si tratti di un progetto lodevole. «Questi due giovani dotati di grande coraggio e spirito d'iniziativa, finalmente portano qualcosa di alternativo ad Ancona».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jamaica Happy Pub: alla Baraccola arriva il locale dove tutto è riciclato

AnconaToday è in caricamento