Trasmettere dati alla velocità della luce, un sogno che diventa realtà

La manifestazione della Cna per valorizzare e sostenere le migliori start up marchigiane si è tenuta al Teatro Alfieri di Montemarciano

La premiazione

Trasmettere dati alla velocità della luce. Il sogno di ogni frequentatore della rete diventa realtà grazie alla ToBe srl, un’azienda di Ascoli Piceno, leader nel mercato per quanto riguarda lo sviluppo di prodotti e soluzioni LI-Fi, una tecnologia innovativa che consente la trasmissione dei dati sfruttando la luce Led. Velocità, sicurezza informatica e capacità di non utilizzare radiofrequenze, rendono questa tecnologia  estremamente interessante per diversi ambiti applicativi. Il LiFi rientra nelle connessioni di quinta generazione, con un ulteriore vantaggio: è una tecnologia 5G green e, oltre a permettere la navigazione in rete di pc dotati di opportuna chiavetta, illumina, e allo stesso tempo, invia informazioni rispetto a un determinato oggetto e luogo, essendo anche un sistema di posizionamento e di geolocalizzazione.

E’ alla ToBe srl, che è andato il Premio CambiaMenti 2019 per la regione Marche, organizzato dalla Cna con il contributo della Camera di Commercio delle Marche. Un evento che si è tenuto mercoledì 13 novembre al Teatro Alfieri di Montemarciano, in provincia di Ancona. Alla finale regionale del premio CambiaMenti hanno partecipato 28 imprese, selezionate dalla Cna Marche tra le neo imprese innovative che si sono costituite negli ultimi tre anni. Una giuria formata da esponenti dell’imprenditoria delle istituzioni e dell’Università ha scelto le idee imprenditoriali più innovative e meritevoli di sostegno per vincere la sfida dei mercati. Alle prime tre imprese classificate saranno assegnati premi in denaro e la partecipazione a programmi di internazionalizzazione messi a disposizione da Banca Intesa San Paolo.

Riciclare e riutilizzare la plastica nella sicurezza stradale. Al secondo posto nella classifica stilata dalla giuria troviamo la Ecolsystems srl di Monte Vidon Corrado (Fermo), una start up di recente costituzione  che si occuperà dello sviluppo, produzione e commercializzazione di manufatti realizzati in materiale plastico riciclato e riciclabile. Il mercato di riferimento sarà quello delle infrastrutture per la sicurezza stradale. Come Safe Separator, un cordolo stradale invalicabile per delimitare carreggiate e piste ciclabili. Ottenuto il brevetto di invenzione industriale, la produzione partità entro la fine del 2019. Nel rispetto dell’economia circolare, il prossimo anno, si recupereranno, con questo progetto, almeno 2.500 tonnellate di rifiuti plastici, che altrimenti sarebbero conferiti in discarica o ai termovalorizzatori.

Le emozioni diventano contenuti digitali, luci e musica. Al terzo posto tra le neoimprese più innovative delle Marche si è classificata l’azienda Emoj di Ancona. uno spin off dell’università Politecnica delle Marche. Emoj è in grado di analizzare le emozioni, mapparle e riportarle in una esperienza digitale. In pratica l’accensione delle luci, la diffusione della musica, i contenuti digitali dei nostri smarphone, grazie a Emoj,  vengono dettati dalle nostre emozioni. Emoj non si rivolge al consumatore finale ma lo osserva. Si rivolge ai produttori dei beni di consumo nei diversi settori, quali farmaceutico, alimentare, fashion per rendere l’esperienza di acquisto coinvolgente, divertente ed emozionante da indurre il cliente a ritornare per rivivere le stesse sensazioni.

“La Cna” ha affermato Leonardo Mezzabotta presidente Giovani Imprenditori Cna Marche “ha voluto il premio CambiaMenti, giunto alla quarta edizione, per sostenere le piccole imprese con grandi idee che sono nate negli ultimi tre anni. Le migliori sart up marchigiane parteciperanno alla finale nazionale di Roma del 28 novembre.  La vincitrice riceverà un premio del valore di 20 mila euro, servizi di consulenza e altri benefit, come la partecipazione a importanti masterclass per sostenerla nei primi anni di attività”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • Malore alla guida in A14, poi l'incidente: 48enne ricoverato in gravi condizioni

Torna su
AnconaToday è in caricamento