rotate-mobile
Martedì, 5 Marzo 2024
Attualità Torrette / Via Flaminia

Strade groviera: a quanto ammontano le richieste di risarcimento al Comune per i danni causati dalle buche

Le condizioni delle strade sono state al centro delle interrogazioni in Consiglio comunale del consigliere di FdI Angelo Eliantonio e della consigliera della Lega Antonella Andreoli che ha chiesto spiegazioni anche in merito al cantiere infinito di via XXIX Settembre

ANCONA- Lavori infiniti sul marciapiede di via XXIX Settembre e strade cittadine piene di buche. Sono 875 le richieste di risarcimento che i cittadini hanno avanzato al Comune dal 2018 al 2022 per i danni alle proprie auto e ai mezzi a due ruote causati delle buche presenti nelle strade comunali. In totale sono stati chiesti danni per oltre 2 milioni e 320 mila euro, ma non tutte le cause sono state vinte dai cittadini e il Comune di Ancona ha dovuto risarcire 170 mila euro circa. A sollevare la questione in Consiglio comunale il consigliere di Fratelli d’Italia Angelo Eliantonio che ha interrogato il sindaco sulle richieste di danni per l’asfalto ammalorato negli ultimi 5 anni, quindi relativi al secondo mandato. «Le richieste di risarcimento danni sono state 261 nel 2018, 223 nel 2019, 126 nel 2020, 125 nel 2021, 140 nel 2022- spiega nel dettaglio Valeria Mancinelli-. L’ammontare richiesto nel 2018 è stato di 739mila euro, ma gli importi pagati sono stati 67.565 euro, meno del 10%. Nel 2019 la richiesta di danni è stata di 565.097 euro, quelli pagati 59.275 euro. Nel 2020 sono stati chiesti 439mila euro circa e pagati 26.975 euro; nel 2021 la richiesta è stata di 320.711 euro e pagati 13.500 euro circa; nel 2022 è stata di 258mila euro ma quella pagata è stata solo di 2.300 euro, ovvero l’1% di quanto richiesto. Ciò significa che non è vero che chi fa causa al Comune vince sempre come invece qualcuno, per propri interessi, incita a farlo». «Sappiamo tutti in che stato versano gli asfalti della città. Sono stati spesi 35 milioni di euro per la manutenzione del manto stradale, è evidente che c’è un problema di controllo e di collaudo dei lavori» replica Eliantonio.

cantiere via xxix settembre fermo-2

Il problema degli asfalti ammalorati e delle buche che affliggono le strade cittadine è stato oggetto anche dell’interrogazione della consigliera della Lega Antonella Andreoli che ha posto l’attenzione in particolare su via Flaminia, la cui posa dell’asfalto è stata fatta tre anni fa, e sui gravi difetti riscontrati nei lavori per il nuovo marciapiede di via XXIX Settembre. «Sul tratto di via Flaminia su 25.560 metri di asfalto i nostri tecnici hanno verificato che gli ammaloramenti riguardano 20 metri quadrati, lo 0,35 per mille delle superfici ammalorate. In quella strada ci sono 155mila passaggi annui di mezzi pesanti che hanno contribuito a rovinare l’asfalto. Le buche verranno riparate- afferma l’assessore ai Lavori Pubblici, Paolo Manarini-. Per quanto concerne via XXIX Settembre abbiamo fatto contestazioni alla ditta e abbiamo la fideiussione per la garanzia dei lavori quindi la ditta dovrà sistemare i difetti. Inoltre, sono state applicate le penali per i ritardi. Per quel che riguarda la pavimentazione del marciapiede che non arriva a filo della balaustra bisognerà rifare i lavori che sono già stati appaltati. Inoltre, per fare la fondazione per i pali dell’illuminazione è necessario demolire una parte del marciapiede, ma nei progetti che sono in corso di esecuzione è previsto il completo rifacimento della pavimentazione». «Mi dispiace che il Comune perda tempo a fare le misurazioni con il centimetro per difendere il suo operato- commenta la consigliera Andreoli-. Le riparazioni saranno a carico dei cittadini mentre nessuna azione è stata ne verrà intrapresa dal Comune per ottenere il ripristino e/o il risarcimento da parte delle ditte appaltatrici. L'Assessore invece di mettersi dalla parte dei cittadini ha recitato la parte dell'avvocato d'ufficio delle ditte affermando che la colpa sarebbe dovuta al passaggio dei tir. Come se il passaggio dei tir non fosse stato previsto, una novità. Per quanto riguarda la pavimentazione di via XXIX Settembre la città è stata bloccata per tre anni e adesso è necessario smantellarla per non meglio precisati lavori relativi all’illuminazione. Via XXIX Settembre sarà un cantiere infinito».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade groviera: a quanto ammontano le richieste di risarcimento al Comune per i danni causati dalle buche

AnconaToday è in caricamento