rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Attualità Falconara Marittima

Ambulatori in cerca di casa, si valuta l'ex cinema: effettuato il sopralluogo

Questa mattina i locali, su invito del sindaco Stefania Signorini e dell’assessore regionale Goffredo Brandoni, sono stati visionati dalla dottoressa Nadia Storti

CASTELFERRETTI - Potrebbero essere ospitati all’ex Cinema Enal, nei locali al piano terra, gli ambulatori dell’Azienda sanitaria territoriale, che nei prossimi mesi dovranno lasciare via Giordano Bruno. Gli spazi disponibili lungo la galleria, che collega via XIV Luglio con piazza Martiri delle Foibe, potrebbero infatti avere tutte le caratteristiche richieste e permetterebbero di ricavare una sala d’attesa con annessi servizi igienici e un ambulatorio dove procedere anche ai prelievi. Nella mattinata di oggi, mercoledì 8 marzo, nei locali di proprietà comunale ha fatto un sopralluogo la dottoressa Nadia Storti, commissario dell’Ast Ancona, insieme all’assessore regionale al Bilancio Goffredo Brandoni e al sindaco Stefania Signorini.

Da tempo il sindaco, insieme ai vertici della sanità pubblica, è impegnata nella ricerca di nuovi locali, in vista del trasferimento degli ambulatori che potranno restare in via Giordano Bruno fino all’estate. Oltre ad avere le caratteristiche richieste, gli spazi al piano terra dell’ex Cinema Enal possono contare su una posizione centralissima rispetto all’abitato di Castelferretti e questo permetterebbe all’utenza, anche a chi ha difficoltà motorie, di raggiungere gli ambulatori a piedi. Un edificio da sempre votato al servizio alla cittadinanza manterrebbe così la sua funzione storica. Ora spetta ai tecnici dell’azienda sanitaria valutare l’eventuale accreditamento, ma è comunque nelle intenzioni di tutti i soggetti coinvolti mantenere la gran parte dei servizi a Castelferretti. Il sopralluogo è avvenuto in occasione di un’iniziativa di prevenzione organizzata dall’Ast Ancona in collaborazione con la Croce Rossa Italiana per la festa della donna: proprio nei locali al piano terra dell’ex Cinema Enal sono stati allestiti ambulatori dove le pazienti potevano sottoporsi a ecografia mammaria, ecografia della tiroide, ricevere informazioni sul papillomavirus e vaccinarsi. Erano disponibili una ostetrica, una esperta in alimentazione, una esperta di medicina del lavoro. Sono state circa 25 le donne che tra le 8 e le 10 si sono rivolte ai medici per ecografie, colloqui, letture di referti, richieste di informazioni. Anche il sindaco Signorini e l’assessore Valentina Barchiesi si sono rivolte ai medici per controlli. Il successo dell’evento di prevenzione potrà essere da stimolo a future iniziative. Questo primo appuntamento ha infatti permesso di valutare gli aspetti organizzativi, l’adeguatezza dei locali, la fruibilità del servizio e la risposta dell’utenza per programmare ulteriori date.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambulatori in cerca di casa, si valuta l'ex cinema: effettuato il sopralluogo

AnconaToday è in caricamento