Portuali calcio: puntano tutto sul settore giovanile e arriva il camp estivo

«Dopo l'emergenza Covid-19 bisogna ripartire dai giovani con l'ASD Junior Calcio Ancona»: è l'obiettivo riportato dal responsabile della comunicazione della squadra dei Portuali Ancona, Giuseppe Gallozzi

La dirigenza dei Portuali

«Il calcio non sarà più lo stesso dopo il Coronavirus. Soprattutto quello dilettantistico. Il momento che stiamo vivendo dovuto all’emergenza Coronavirus porterà dei cambiamenti drastici, sia in campo economico che in quello sportivo». Le parole sono quelle scritte da Giuseppe Gallozzi, responsabile della comunicazione della squadra di prima categoria Portuali calcio di Ancona. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La parola d’ordine per le società diventerà una sola, il settore giovanile - prosegue il comunicato - per questo motivo l’ASD Portuali Calcio Ancona avrà un suo vivaio, con le categorie juniores, allievi e giovanissimi fino all’ attività di base, grazie alla collaborazione con l’ASD Junior Calcio Ancona. Le due società formeranno un’unica realtà giovanile, la Junior Portuali Calcio Ancona, che avrà come quartier generale, nel capoluogo, il centro tecnico federale “G. Paolinelli”. Il sodalizio nasce dalla volontà di proseguire, consolidare e migliorare il buon lavoro svolto dal settore giovanile della Junior guidata dalla presidentessa Susanna Mari dando continuità di sviluppo attraverso i Portuali. Questi ultimi, nel tempo, si sono dimostrati società solida, ambiziosa e attenta al territorio. A sigillare l’accordo sono stati Piero Medini per la Junior Calcio e Luca Cesaroni per i Portuali, confermando sin da subito la volontà di creare un qualcosa di duraturo nel panorama calcistico giovanile cittadino. Il neonato settore giovanile si avvarrà della presenza di istruttori qualificati Figc che saranno coordinati da persone esperte in materia di giovani. Priorità assoluta sarà data alla crescita del ragazzo in tutti i suoi aspetti, da quello educativo in primis fino a quello sportivo. Appena si avranno date certe da parte degli organi federali per il nuovo inizio dell’attività, verrà presentato ufficialmente il progetto. In attesa di capire la normativa vigente, si sta valutando anche la realizzazione di un camp estivo della durata di quattro settimane presso il campo sportivo “Paolinelli” che fungerà da apripista della nuova stagione sportiva».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'addio a Fiorella Scarponi, al funerale anche il marito. Le figlie: «Sei il sole che splende al mattino»

  • Crisi respiratoria fatale, addio Alessia: muore a 22 anni dopo 8 giorni di agonia

  • Scattano i controlli sulle spiagge, entra senza prenotazione e viene multato

  • Pauroso incidente tra 4 auto, 2 finiscono in un campo: ci sono dei feriti

  • Positivo al Coronavirus con tosse e febbre, fermato in stazione: è passato per Ancona

  • Addio Matteo, fortissimo guerriero: in lacrime per il giovane consulente

Torna su
AnconaToday è in caricamento