Giovedì, 24 Giugno 2021
Sport

Giovane Ancona, incontro nella chiesa dell'Aspio con il cadinal Menichelli

Il Cardinal Edoardo Menichelli, ieri pomeriggio ha incontrato una delegazione di dirigenti, tecnici e giocatori della Giovane Ancona (presenti anche dei tesserati dell'Us Ancona 1905), nella chiesa dell'Aspio. Ecco le parole dell'Arcivescovo di Ancona

ANCONA  – Ha parlato di Natale, di Giubileo e misericordia. Ha poi spiegato l’etimologia di tanti concetti come “ricreazione”, “contesto”, “sportività”. E ha invitato tutti a vivere lo spirito natalizio anche attraverso i suoi simboli: «Fate in ogni casa almeno un piccolo presepe, oggi purtroppo i ragazzi conoscono sempre meno l’importanza del Natale, i suoi valori. Vanno riscoperti anche tramite i suoi simboli» ha detto dal pulpito della chiesa. Così l’Arcivescovo di Ancona-Osimo, Cardinal Edoardo Menichelli, ieri pomeriggio ha incontrato una delegazione di dirigenti, tecnici e giocatori della Giovane Ancona (presenti anche dei tesserati dell’Us Ancona 1905). La conviviale, che si è svolta nella chiesa dell’Aspio, alla presenza del parroco don Giovanni e anche di don Bruno, sacerdote della vicina San Biagio, è durata mezz’ora ed ha visto il Cardinale esortare i ragazzini in tenuta biancorossa a ricordare il valore del Natale: «Sarà un buon Natale se sarete buoni» ha detto. E in quest’ottica ha voluto ricordare che cos’è il Giubileo da pochi giorni avviato dal Papa e i valori che esprime, quello di misericordia, perdono, rispetto.

Accompagnato dal suo assistente, don Carlo, l’Arcivescovo ha ringraziato la Giovane Ancona per il suo impegno nell’educazione dei giovani, attraverso lo sport ma anche attraverso le iniziative di stampo sociale, ricordando di essere stato lui stesso, nel 2005, a benedire il nuovo campo in erba sintetica dell’Aspio, sede del club guidato dal presidente Diego Franzoni e dal patron Sergio Schiavoni. Il presidente Franzoni ha infine donato dei pacchi viveri al Cardinale per arricchire il  market della Caritas in via Veneto destinato alle famiglie povere. Diversi generi alimentari a lunga scadenza acquistati grazie ad una raccolta fondi avviata dalla società biancorossa in collaborazione con l’Us Ancona 1905, di cui la Giovane Ancona è scuola calcio ufficiale. Il presidente Franzoni ha spiegato che quest’anno l’incontro con l’Arcivescovo si è tenuto all’Aspio Vecchio per dare il senso della presenza della Giovane Ancona nelle frazioni dell’Aspio e di San Biagio di Osimo, a servizio dei giovani che desiderano fare sport. «L’Arcivescovo –ha commentato il presidente Diego Franzoni- è stato molto gentile ad accettare il nostro invito e ci ha ringraziato per la raccolta fondi che ci ha permesso di donare dei generi alimentari alla Caritas. Ha infine evidenziato l’impegno della Giovane Ancona nella crescita sana dei ragazzi attraverso i valori dello sport. Ha lui stesso ricordato che non bisogna simulare in campo, ma anzi bisgona portare sempre rispetto per il prossimo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane Ancona, incontro nella chiesa dell'Aspio con il cadinal Menichelli

AnconaToday è in caricamento