Serie B, a 10 secondi dal termine Corinaldo perde l'imbattibilità casalinga

Il mister: «C’è mancato un po’ di mordente. I ragazzi hanno dato tutto quello che avevano tanto che, a due minuti dalla fine l’avevamo anche ripresa»

Corinaldo

CORINALDO - La gara con il Futsal Cesena, la prima del girone di ritorno, è una bellissima gara, con gli ospiti quasi sempre avanti grazie a un gioco molto fisico e grintoso e i padroni di casa sempre a inseguire, meno reattivi del solito. È il festival dei pali e delle traverse, colpiti in abbondanza dal Corinaldo (ma neanche il Futsal Cesena scherza). Un primo tempo sul 2-3, con il Corinaldo sempre a rincorrere. Nel secondo un botta e risposta fino a due dal termine, mister Ferri si gioca il portiere di movimento e la sfida ritorna a camminare sul filo dell’ equilibrio. L’adrenalina è talmente pulsante che il pareggio non sembra il benvoluto in campo. Infatti. A dieci secondi dal termine, arriva la vittoria del Cesena, palo, gol, 5-6. Peccato davvero, arrivati a quel punto un pareggio sarebbe stato più che giusto. E peccato, dobbiamo dirlo, per un arbitraggio scellerato che ha acceso animi, infiammandoli giocata dopo giocata, rovinando un match degno del panorama nazionale e delle tante persone accorse per gustarselo. Doppietta per Mancini e Campolucci e gol ritrovato per Taurisano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mister Francesco Ferri: “C’è mancato un po’ di mordente. I ragazzi hanno dato tutto quello che avevano tanto che, a due minuti dalla fine l’avevamo anche ripresa, nonostante i pali, le parate del portiere avversario… La partita, a parte i primi minuti in cui non siamo riusciti a prendere le misure, l’abbiamo dominata, siamo stati sempre padroni del match e il risultato, sul piano del gioco, è bugiardo, ma loro sono venuti fuori con l’idea di stare chiusi e partire in contropiede, e ci sono riusciti, mettendoci in difficoltà. Tre punti persi anche se in una maniera un po’ rocambolesca: abbiamo pareggiato a due minuti dal termine, protesi in avanti per vincere per poi inciampare su una disattenzione finale. Ma non mi sento di rimproverare nessuno, hanno fatto tutto quello che potevano. Certo è che da questa sconfitta dobbiamo capire dove dobbiamo migliorare e di cose da migliorare ce ne sono ancora molte, in primis la fase tattica, ormai nel girone di ritorno ci conoscono tutti e noi dobbiamo essere bravi a trovare le contromosse, aggiungendo un piglio diverso. Io sono fiero di essere allenatore di questo gruppo. Ci sta anche perdere sul campo, ma mai fuori, questo è un gruppo che non molla e ne vado assolutamente fiero.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Tragico investimento, travolta e uccisa da un'auto sotto gli occhi della nipotina

  • Concorso pilotato per favorire la fidanzata di un medico, primario nei guai

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento