Il Cus Ancona si ferma in casa con il Prato e scivola al terzo posto in classifica

Formazione quella guidata da Francesco Battistini che era reduce da 9 vittorie consecutive che di fatto avevano portato il Cus a conquistare la vetta della classifica

Cus Ancona

Nel campionato di serie B di calcio a 5 brutta sconfitta per il Cus Ancona che in casa cede per 5 a 0 al Prato. Formazione quella guidata da Francesco Battistini che era reduce da 9 vittorie consecutive che di fatto avevano portato il Cus a conquistare la vetta della classifica. Con questa sconfitta il Cus Ancona scivola al terzo posto in classifica con 27 punti due in meno rispetto al Prato con il Gubbio in testa con 30 punti. A raccontare questa partita contro il Prato il tecnico Francesco Battistini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Per prima cosa vorrei fare i complimenti ai nostri avversari che hanno meritato la vittoria per quello che hanno fatto vedere in mezzo al campo. Nel primo tempo abbiamo preso due gol davvero evitabili poi alla ripresa delle ostilità abbiamo continuato ad attaccare colpendo due pali. E’ chiaro che per rimettere in piedi questa partita siamo stati costretti a dare spazio al Prato che ha poi trovato il modo di segnare altre reti quando oramai la gara era decisa». Quanto ha pesato l’assenza di Pastoriza fuori per squalifica?: «Diego per noi è un giocatore importante ma è anche vero che nell’arco di una stagione certe pedine possono venire a mancare. Quando sei costretto a rinunciare a certi giocatori le risposte devono arrivare dal gruppo. Contro il Prato avevamo anche Federico Benigni a mezzo servizio». Cosa cambia per il Cus Ancona dopo questa sconfitta?: «Dopo 9 vittorie consecutive una battuta a vuoto ci può anche stare peccato che è arrivata contro una squadra come il Prato. Per noi non cambia nulla e questa è la prima cosa che ci siamo detto dentro lo spogliatoio una volta finita la partita. Nonostante la sconfitta rimediata contro i toscani l’ambiente è carico tutti dal primo all’ultimo sono decisi a recuperare il terreno perduto. Ci sono ancora 10 gare da disputare e tanti scontri diretti che potrebbero cambiare volto al campionato». Cus Ancona che tornerà in campo sabato prossimo sul campo del Grottaccia Cingoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento