Cus Ancona, trasferta amara in Umbria: Pego e i gemelli non bastano

Lo scontro diretto sorride al Gubbio che in casa supera per 4 a 3 il Cus Ancona e rimane sulla scia del Prato. Dorici a -5 dalla vetta

Foto di repertorio

Lo scontro diretto sorride al Gubbio che in casa supera per 4 a 3 il Cus Ancona e rimane sulla scia del Prato che espugna il campo della Lastrigiana. A cinque giornate dal termine della stagione regolare nel campionato nazionale di serie B in testa come detto il  Prato con 44 punti, Gubbio 42 Cus Ancona 39. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una sconfitta pesante per il Cus Ancona, tesi condivisa anche dal tecnico Francesco Battistini: «Abbiamo disputato un buon primo tempo l’unica pecca aver effettuato poche conclusioni verso la porta avversaria con il Gubbio che è andato al riposo in vantaggio di due reti. Ad inizio secondo tempo abbiamo preso il terzo gol poi la squadra è venuta fuori alla distanza, siamo riusciti a portarci sul 3 a 2 e nel momento di massimo sforzo il Gubbio ha segnato il quarto gol. Nelle battute finali ci siamo rifatti sotto ma non c’era più tempo per rimettere le cose a posto». Per la cronaca i gol del Cus Ancona sono stati messi a segno dai gemelli Alessandro e Federico Benigni in rete anche Pego. Una cosa è certa, con questa sconfitta il Cus Ancona scivola a 5 punti dalla vetta: «Per come sta marciando il Prato – ammette lo stesso Francesco Battistini – non penso che vada a perdere punti per strada anche se tutto è ancora possibile. Determinante sarà lo scontro diretto in casa contro il Gubbio. Noi in queste cinque giornate che mancano alla fine del campionato dobbiamo dare il massimo per raggiungere la miglior posizione possibile in ottica playoff» A proposito di playoff ,lo scorso anno chi vinceva questi spareggi in ogni singolo girone saliva direttamente in serie A2 quest’anno invece le cose sono cambiate: «Arrivare in serie A2 con i playoff in questa stagione è piuttosto complicato per il semplice fatto che le vincenti degli otto gironi  a livello nazionale daranno vita ai quarti di finale, semifinale e finalissima in poche parole una sorta di campionato aggiuntivo».  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento