menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Futsal, Cus Ancona sconfitto di misura: esulta il Buldog Lucrezia

E’ la prima sconfitta interna stagionale per i dorici che perdono così un’imbattibilità casalinga che durava da quasi un anno

Termina con una sconfitta la prima gara di un trittico molto importante per il Cus Ancona di Fabio Carletti. Al PalaCus, dinanzi al pubblico delle grandi occasioni, la spuntano i cagnacci del Buldog Lucrezia con il risultato di 1-2. E’ la prima sconfitta interna stagionale per i dorici che perdono così un’imbattibilità casalinga che durava da quasi un anno, con l’ultimo KO nell’impianto anconetano datato 11 Febbraio 2017 (0-2 ad opera del Città di Montesilvano). Partita tesa sin dalle prime battute, con la posta in palio a pesare per entrambe le formazioni. Vittori e Corvatta rispondono presenti per oltre dieci minuti, fino al dodicesimo minuto quando il punteggio cambia per la prima volta.

E’ capitan Junior a far esplodere il pubblico di casa, depositando in fondo al sacco per l’1-0. Il Cus Ancona tiene bene il possesso, regge l’impatto e sembra in pieno controllo fino all’ultima azione del primo tempo quando Gonzalo Pires, di gran lunga il migliore dei suoi, fissa l’1-1 con cui le due squadre fanno rientro negli spogliatoi. La ripresa segue lo stesso copione del primo tempo. Per sbloccare il grande equilibrio in campo serve un episodio, che arriva puntuale a circa un minuto e quindici dalla fine. Gli ospiti intercettano una transizione errata tra Belloni e Zizzamia e si gettano in tre contro due. Pires inventa una palla magistrale che Mide deve solo spingere in rete realizzando l’1-2 decisivo a fini dell’incontro. Gli anconetani tentano negli ultimi minuti con la carta del quinto di movimento e solo un miracolo di Corvatta su Belloni impedisce ai padroni di casa di mantenere l’imbattibilità anche in questa occasione.

Sala Stampa

Junior: «E’ un peccato che non siamo riusciti a portare punti alla nostra classifica. Credo che sia mancata un po’ di furbizia nei momenti chiave della partita, che magari avrebbe potuto determinare un altro esito. Il campionato è ancora lungo, ma sicuramente questa era un’occasione importante. Dalle sconfitte si impara e speriamo sia così anche questa volta. Giocheremo ogni partita con il massimo impegno, come abbiamo sempre fatto, per cercare fino alla fine di toglierci le nostre soddisfazioni».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento