rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Calcio

Jesina femminile, niente brindisi in Coppa. La Ternana vince e va in finale

Non basta una prova generosa alle leoncelle, battute dalle umbre per 2-0 dopo l'1-1 in trasferta. «Meritavamo di più - dice il tecnico Francesco Baldarelli – ma sono comunque orgoglioso della stagione disputata dalle ragazze».

La stagione della Jesina ha un epilogo dolce amaro. Salvezza ottenuta con largo anticipo e ingresso nelle semifinali della Coppa di Serie C ad edulcorare un’annata cominciata con diverse difficoltà, ma anche un pass per la finale perso per strada nonostante un ottimo match di andata. Al pareggio ottenuto in Umbria con la Ternana ha fatto seguito una sconfitta per 2-0 al “Carotti”, dura da digerire soprattutto per quanto prodotto nell’arco dei novanta minuti di gara: due reti incassate in un quarto d’ora durante la prima frazione di gara (la seconda maturata in circostanze fortunate), tante occasioni da rete create nella ripresa senza però riuscire a trovare la via del gol.

«Abbiamo avuto una reazione importante nel secondo tempo – conferma il tecnico della squadra leoncella, Francesco Baldarelli – ma schiacciarle nella loro metà campo non è stato sufficiente. Una di quelle partite in cui la palla sembra davvero decisa a non entrare: due pali, due salvataggi in extremis della difesa, una pressione costante ma non siamo riusciti a riaprirla. Peccato, perché provare ad arrivare in finale sarebbe stato un premio per questo gruppo davvero eccezionale, che mi ha accolto in maniera splendida mettendosi a disposizione e lavorando duramente, con sacrificio ed un impegno che non è mai venuto meno. Grazie anche alla fiducia che è subentrata quanti i risultati sono cominciati ad arrivare: la media punti nella seconda parte di stagione è stata davvero elevata, segnale della qualità della rosa ed anche della bontà del lavoro svolto insieme».

Il tempo per pianificare il futuro c’è, ma già dalla prossima settimana arriverà un primo rendez-vous con la società per capire se ci sono le condizioni per proseguire insieme. «Cosa che a me piacerebbe – ammette il tecnico – ma vorrei che la mia permanenza fosse legata ad un percorso di evoluzione degli obiettivi, provare insomma ad alzare l’asticella delle ambizioni. Sono arrivato qui dopo tante esperienze sia nei vivai che nelle prime squadre, ma sempre nel settore maschile. E’ stato un anno che mi ha regalato grandi soddisfazioni e mi ha arricchito dal punto di vista sportivo ed umano: vedremo se sussisteranno le condizioni per provare, insieme, a fare un passo in avanti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesina femminile, niente brindisi in Coppa. La Ternana vince e va in finale

AnconaToday è in caricamento