Sport

Bufera scommesse, Turati: le società sapevano delle combine

Nuove rivelazioni trapelano dall'interrogatorio di garanzia sul nuovo filone di calcioscommesse. Marco Turati, ex A.C. Ancona nel 2008, avrebbe infatti confermato i sospetti degli inquirenti su un coinvolgimento delle società

turati
Le combine del Grosseto e dell'Ancona sarebbero state fatte in seguito ad accordi tra direttori sportivi e dirigenza dei club. Hanno del clamoroso le ultime rivelazioni di Marco Turati, ex giocatore dell' A.C. Ancona nel 2008. Come riporta Il Messaggero Marco Turati avrebbe quindi confermato i sospetti degli inquirenti, convinti da tempo che la manipolazione degli incontri non riguardi solo i calciatori. «Abbiamo chiarito alcuni aspetti e il ragazzo ha negato qualsiasi contatto con stranieri e zingari»,sono queste le parole del legale di Turati, Marco Campora, al termine dell'interrogatorio.

Il legale non ha voluto commentare le indiscrezioni sulle ammissioni fatte dal suo assistito ma ha sottolineato che il pm Roberto Di Martino ha dato parere favorevole alla richiesta di scarcerazione avanzata dai difensori: «È stato collaborativo ed esaustivo - ha aggiunto la difesa - abbiamo chiarito meglio la nostra posizione in relazione ai vari episodi che ci vengono contestati».
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bufera scommesse, Turati: le società sapevano delle combine

AnconaToday è in caricamento