L'Ancona rallenta di nuovo: con il San Nicolò è 0-0

Secondo pareggio consecutivo per gli uomini di Mister Trillini: nella trasferta abruzzese contro il San Nicolò finisce con un deludente 0-0, risultato che allontana le residue speranze di rimonta

Due punti nelle ultime due partite. Prima il pareggio in extremis nel derby jesino, oggi invece l'imbarazzante prova offerta al Comunale di Piano D'Accio. L'avventura di Sauro Trillini alla guida della compagine biancorossa non è iniziata certo nel migliore dei modi, se pensiamo soprattutto ai due pareggi del Teramo che avrebbero permesso ai dorici di riassaporare il vertice classifica.

Il pareggio contro il San Nicolò non è altro che la sintesi perfetta della stagione dell'Ancona: timorosa e pasticciona, nervosa, confusa e pesantemente condizionata dai troppi cambi di allenatore e schieramento.

CRONACA: Primi dieci minuti di studio poi è la squadra padrona di casa a mettere il naso fuori ed impensierire (non sarà l'unica volta) la retroguardia dorica: all'8° destro di Di Paolantonio che non impensierisce David. 
Al 20° grandissima occasione per il San Nicolò: Scipioni da due metri approfitta dell'immobilismo biancorosso ma fallisce il facile tap-in tra la disperazione del pubblico accorso al Comunale.
A 10' dal termine si esalta David che respinge d'istinto un destro ravvicinato di Di Paolantonio.
Primo tempo che non ha più nulla da dire. Arriva così il fischio finale, dopo 45' che hanno mostrato un buon San Nicolò e la solita Ancona, brutta e mai pericolosa.

Nella ripresa speri di vedere uno spirito diverso, ed invece ti imbatti solamente in nuovi esperimenti con Gramacci ad agire dietro al duo Genchi - Ambrosini che da si un equilibrio di fondo alla squadra, ma che violenta un'impostazione di gioco che a lunghi tratti, rasenta il tragicomico.
Secondi 45' di rara bruttezza, con il San Nicolò che sembra volersi accontentare del pareggio ed Ancona che aumenta l'intensità ma deve aspettare il 33' per mettere al referto almeno un tiro in porta: lo timbra Ambrosini (insieme a David il migliore dei suoi) ma il tiro si spegne di poco fuori.

Finisce un match senza emozioni, ricco solamente di rimpianti e nulla più. L'Ancona doveva vincere e non l'ha fatto. Trillini doveva dare una scossa all'ambiente e sta fallendo. Domenica a Castelfidardo ("Del Conero" squalificato) arriva il Miglianico, squadra in forma che ha saputo fermare il Teramo ( 1-1 il risultato finale). Partita che si disputerà a porte chiuse, ma forse in questo momento è il male minore.

TABELLINO MATCH:

SAN NICOLO': Angelozzi, Mottola, Antenucci, Petronio, Giuliano, Scipioni, Clementoni (35' st Arce), Ferraioli (35' st De Santis), Galli, Di Paolantonio, Costantino (40' st. Colacioppo).
Allenatore: Calabrese
A disposizione:
Biasella, Casalese, Marziani, Pallitti.

ANCONA 1905: David, Gagliardini, Gandelli (1' st Gramacci), Kostadinovic, Tafani, Torta, Malavenda, (19' st Marino), Maiorano, Genchi, Ruffini, Ambrosini (35' st Ferraro).
Allenatore: Trillini
A disposizione:
D'Arsiè, Viscuso, Santoni E., Cipolla.

Arbitro: Sig. Terra di Torino
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno, disagi sulla tratta ferroviaria

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

  • Un male incurabile le ha spento il sorriso, la città piange Carla Fraboni

  • Perde il controllo, finisce fuori strada, si ribalta e resta in bilico sul muretto

Torna su
AnconaToday è in caricamento