rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Altro

Falconara beffata nel finale: il Bitonto espugna il "Badiali" tra prodezze e proteste

In gara 1 della semifinale scudetto di futsal femminile, le pugliesi vengono tenute a galla dalle parate di Castagnaro, e nel finale in sessanta secondi - complice una clamorosa svista arbitrale - costringono le Citizens alla resa

Un verdetto difficile da accettare, un boccone duro da digerire. Il Bitonto espugna il PalaBadiali al termine di una sfida che avrebbe dovuto avere ben altro esito. Le prodezze di Castagnaro, determinante in svariate circostanze, unite ad una direzione arbitrale a dir poco discutibile, hanno sbarrato la strada al Città di Falconara in questa gara 1 delle semifinali. Tanto cinismo da parte delle pugliesi che dopo aver rischiato ripetutamente di capitolare nel corso della ripresa, nel segmento conclusivo di gara in sessanta secondi piazzano un micidiale uno-due che rivolta il confronto come un guanto. La formazione di Marzuoli sceglie così il momento più opportuno per sfataer il tabù Falconara, e potrebbe già sabato prossimo – in caso di vittoria a Giovinazzo – vidimare il biglietto per la finale scudetto ed estromettere le campionesse d’Italia in carica.

Il primo squillo è di Dal’Maz, che dopo circa un minuto e mezzo si gira in un fazzoletto e conclude sfiorando il palo alla sinistra di Castagnaro, che un giro di lancette più tardi in posizione di play suggerisce per Renatinha che da posizione defilata trova la perfetta opposizione di Di Biase. Il punteggio si sblocca a 3’35: angolo di Taty, Rozo è spettacolare nel coordinarsi e di collo pieno trovare il pertugio giusto infilando la sfera a fil di palo. Sulle ali dell’entusiasmo, Falconara spinge ed a 5’20” colleziona un doppia chance: prima Ferrara è fulminea nell’approfittare di un’incertezza di Diana Santos ad un metro dalla porta, senza però sorprendere il portiere delle pugliesi, e sugli sviluppi del corner seguente ci prova Dal’Maz al volo ma alza troppo la mira. Ancora Citizens a 7’21”, con Taty che galoppa ma spara fuori: non pervenuto il Bitonto, il quale però a 11’30” si accende. Fiammata di Cenedese che salta due avversarie e piazza un bolide sotto la traversa per l’1-1, e sfiora il raddoppio con Castagnaro che da metà campo esalta i riflessi di Di Biase.

Il Città di Falconara replica immediatamente: al 13’ il portiere ospite respinge al mittente il tocco sotto misura di Isa Pereira ed il rasoterra mancino di Ferrara, e pochi istanti dopo è Taty a temporeggiare un attimo di troppo spalle alla porta e favorire il recupero del Bitonto. Il finale è tutto di marca locale: Taty, Rozo e Taina hanno buona mira ma trovano i guantoni di Castagnaro, a cui si sostituisce sulla linea Cenedese a 90’’ dal termine sul velenoso rasoterra di Taina Santos scaturito da un piazzato. C’è spazio anche per brivido sul controllo perfetto di Renatinha, che si gira ma non inquadra lo specchio ma alla fine del primo tempo le squadre restano in parità. I secondi 20’ partono con le padrone di casa vicine al 2-1: a 2’ 35” Castagnaro è miracolosa prima sulla puntata di Taty, poi con la collaborazione di Diana Santos sul duplice tentativo a un metro dalla porta di Dal’Maz, quindi si ripete sul diagonale di Taty a 5’ 57”. L’assedio prosegue, al 7’ Taina Santos è anticipata dall’uscita tempestiva del portiere ospite che le scippa il pallone dai piedi, e un minuto dopo si vede negare il gol su punizione da Cenedese ancora provvidenziale sulla linea di porta.

Il gol è maturo, e arriva a metà tempo: cross basso di Dal’Maz su invito di Taty, Taina in spaccata si vede intercettare la volée dal volto di Castagnaro, ma riesce a ribadire in rete per il 2-1. Il tiro al bersaglio continua, con le pugliesi a resistere senza rendersi pericolose dalle parti di Di Biase se non con un palo al 13’ di Renatinha direttamente su calcio piazzato. Quattro al termine, Five Bitonro con il power play ed a 17’30”, tra le proteste falconaresi (e relativi gialli a Taina e Taty) per un fallo non fischiato, Diana Santos trova Cenedese che timbra la sua doppietta personale e fa 2-2. Sessanta secondi più tardi si consuma la beffa: sinistro chirurgico di Lucileia, con la palla che sbatte sul palo interno ed entra. Gara 1 è del Bitonto, che ora ha il match point per volare in finale: per Falconara, l’obbligo di violare due volte il PalaPansini di Giovinazzo per rimediare ed evitare di concludere la propria avventura nei play-off scudetto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falconara beffata nel finale: il Bitonto espugna il "Badiali" tra prodezze e proteste

AnconaToday è in caricamento