Earth Day Italia

Parco del Cardeto, la natura da (ri)scoprire

Il Comune di Ancona ha realizzato una campagna di comunicazione per "convogliare" cittadini e turisti nel parco a due passi dal centro urbano

@Gep. Il Cardo, da cui prende il nome il Monte Cardeto

Quando si dice valorizzare il proprio territorio. “Un museo a cielo aperto, un percorso verde a picco sul mare dove giocare, correre, innamorarsi, un luogo di testimonianza, di spiritualità, di natura. Tutto questo è il parco urbano del Cardeto Franco Scataglini”. Così è descritta, sul sito del Comune di Ancona, l’area verde di 35 ettari a pochi passi dal centro pedonale e storico della città. La campagna prevede una guida bilingue con sette differenti itinerari (scaricabile sul sito, nella sezione allegati) capaci di “legare” il parco alla città, di togliere quest’area verde dall’ isolamento a cui la sua splendida posizione geografica potrebbe costringerlo.

Il parco del Cardeto rappresenta per Ancona, una preziosa riserva di verde. La vegetazione è costituita in gran parte da macchia spontanea di ginestre, biancospini, caprifogli, ornielli e cipressi. Sulle antiche mura e sulle pareti degli edifici esposte a sud crescono piante di violaciocche, capperi e bocche di leone, le cui fioriture sono un groviglio di colori straordinari.
Meno vivaci, ma altrettanto appariscenti il maestoso fico della Polveriera e l’imponente ulivo del Campo degli Inglesi, che cresce quasi sbirciando dalle mura cinquecentesche del Bastione di San Paolo.

I sette percorsi si snodano tra romanticismo e cultura, tra storia e shopping e sono stati ideati con l’obiettivo di far conoscere il Cardeto. La guida, intitolata “Punto di incontro tra città e natura”, vuole infatti “reinserire”questo spazio verde, ricco di fortezze e di storia, all’interno del centro urbano più vissuto.

Tra le novità proposte anche la segnaletica, sia esterna che interna al parco, graficamente coordinata con la nuova guida cartacea che illustra i diversi itinerari da percorrere all’interno del parco stesso e realizzata dall’assessorato al turismo dell’Amministrazione Comunale nell’ottica di una sempre maggiore valorizzazione ed usufruibilità e conoscenza del parco cittadino ha realizzato, con la collaborazione del Settore Riqualificazione Urbana, del Settore Verde e Settore Arredo Urbano.

Il progetto coniuga allenamento fisico, ambiente naturale cultura e turismo. Ineccepibile sulla carta, si inserisce con facilità tra i modi originali e sani di valorizzazione del territorio. L’auspicio è che gli utenti sappiano apprezzare senza sciupare 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco del Cardeto, la natura da (ri)scoprire

AnconaToday è in caricamento