Martedì, 26 Ottobre 2021
Scuola Falconara Marittima

Aumentano gli studenti e la storia si impara anche attraverso le vie cittadine

Boom alle superiori e aumento alle elementari. In calo gli altri. Al via progetti di educazione alimentare e antispreco: alla mensa arriva anche l'abbattitore

Popolazione scolastica in aumento nelle scuole falconaresi di ogni ordine e grado. Con incrementi per elementari e superiori e lievi decrescite in asili e scuola media. In vista dell'avvio dell'anno scolastico si tirano le somme anche a Falconara. Gli studenti, in totale, sono 3.262 in aumento di 121 unità rispetto allo scorso anno. Il maggior incremento viene registrato dagli istituti superiori. Il Cambi Serrani (liceo e ragioneria) arriva a 940 iscritti contro gli 840 delle scorso anno. 

«Sei anni fa l'istituto era a rischio di perdere l'autonomia – spiega la vicesindaco Stefania Signorini che del Cambi Serrani è dirigente – ma poi si è invertita la tendenza. Oggi abbiamo studenti che arrivano da Osimo, da Loreto, da Senigallia e i nostri all'università raggiungono tra le più alte medie di crediti formativi nel biennio». 

In aumento anche le iscrizioni alle elementari con 1.113 alunni (+43 rispetto all'anno scolastico 2016/2017) e una sezione in più. Le altre? Meno 30 unità per le medie che, con 703 alunni, mantengono comunque 31 sezioni e sostanziale pareggio (-4) per le scuole dell'infanzia con 506 iscritti. La maggioranza degli studenti stranieri è concentrata nelle scuole dell'Istituto Comprensivo Centro mentre a Palombina Vecchia e a Castelferretti si registrano iscrizioni di studenti residenti in Comuni limitrofi.

Nidi e vaccini

Già partiti il 6 settembre, i tre asili nido cittadini riescono a soddisfare la domanda interna. Nessuna lista di attesa, come avviene già da qualche anno, e 126 bambini che accedono al servizio. Che da quest'anno chiede la lista delle vaccinazioni. Falconaresi diligenti: tutti i genitori sono in regola con certificati o autocertificazioni. «La richiesta dei cittadini che andava per la maggiore – spiegano dal Comune – era quella di calmierare le tariffe estive che, da quest'anno per il mese di luglio, sono state equiparate a quelle annuali con la possibilità di accedere ad agevolazioni a seconda dell'Isee». 

Scuolabus

Il servizio esternalizzato è andato recentemente a gara. Se lo è aggiudicato la Fratarcangeli, azienda laziale che già gestiva in precedenza. La novità è rappresentata dal fatto che il privato ha effettuato un'offerta, oltre che per Falconara, anche per Camerata Picena e Chiaravalle attraverso la Centrale unica di committenza. I mezzi, da obbligo di bando, sono tutti immatricolati dopo il 2012. Al momento sono 328 gli alunni che ne usufruiscono. Sulle corse viaggeranno anche assistenti educatori per controllare il comportamento dei piccoli passeggeri. «Al momento partiamo con queste figure su 4/5 corse – fa notare il dirigente Alberto Brunetti – ma tra ottobre e novembre, anche su segnalazione degli stessi autisti, andremo a coprire la maggior parte se non la totalità delle corse». 

La mensa

Il numero dei ragazzi che si affidano alla refezione scolastica è costante: 996 iscritti. Il Comune prosegue i suoi progetti per migliorare la qualità del servizio, educare all'alimentazione gli studenti (come ad esempio il progetto regionale Pappa Fish per il consumo del pesce fresco dell'Adriatico) e limitare gli sprechi. Per la scuola Da Vinci di Castelferretti è stato acquistato un abbattitore che consentirà di portare a casa in una food bag, oltre che pane e frutta come lo scorso anno, anche pasti avanzati. Gli avanzi delle altre scuole contineranno a essere donati al canile Anita mentre i pasti non consumati andranno alla Tenda di Abramo. «La nostra mensa è di alta qualità – commenta la Signorini – e il percorso di miglioramento prosegue in collaborazione con Assam e Commissione Qualità. Biologico, km 0: tutte cose che abbiamo inserito nel bando vinto dalla Gemeaz dopo esserci confrontati con i genitori».

Si studia anche toponomastica e storia cittadina

Oltre all'insegnamento delle materie consuete gli studenti avranno a che fare anche con iniziative culturali per riscoprire la storia cittadina. Il progetto si chiama "Avventura a Falconara" e si prefigge di far conoscere il patrimonio storico della città, accrescendo il senso di appartenenza alla comunità. Tra aprile e maggio 2018 circa 400 studenti di quinta elementare e delle medie visiteranno luoghi simbolo come il Castello, Palazzo Bianchi, il Museo della Resistenza, l'asta delle piazze, la stazione ferroviaria scoprendo, attraverso i luoghi e i nomi delle vie, la storia e le vite dei vari personaggi della toponomastica cittadina. Altro progetto dell'offerta formativa riguarda il vivere la città nel rispetto dell'ambiente. L'iniziativa sarà portata avanti attraverso il cosiddetto peer tutoring: i liceali lo proporranno alle medie e questi ultimi, a cascata, alle elementari. Tra novembre e dicembre, infine, gli studenti delle medie visiteranno la mostra Senzatomica, organizzata al Centro Pergoli dall'Istituto buddista di via Marconi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumentano gli studenti e la storia si impara anche attraverso le vie cittadine

AnconaToday è in caricamento