rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Politica

Cala il debito del Comune, Mancinelli: «Ci siamo riusciti nonostante la mole di investimenti», Ippoliti: «Preoccupati per il Pnrr»

Durante l'ultimo Consiglio comunale il sindaco ha riferito che l'esercizio finanziario 2022 si chiude in positivo ed ha ricordato i 60 milioni di euro di finanziamenti ottenuti partecipando a bandi

ANCONA- Il debito storico del Comune di Ancona è diminuito e l’esercizio 2022 si chiude in positivo. A dirlo è stata la sindaca Valeria Mancinelli durante la discussione in Consigilio comunale per l’approvazione del rendiconto della gestione per l’esercizio finanziario 2022. «Mentre in Italia il debito complessivo è cresciuto a causa del Covid e della crisi economica, il disavanzo pregresso che il Comune di Ancona aveva maturato negli anni più duri del Patto di Stabilità è diminuito- afferma il primo cittadino-. Si è ridotto sia per scelta, destinando risorse per ripianarlo, sia per obbligo di legge in quanto ogni anno dobbiamo accantonare un milione e mezzo di euro per ammortizzarlo». Anche per quanto riguarda la liquidità la situazione finanziaria è positiva. «Chiudiamo con circa 13 milioni di euro e questo nonostante la mole di investimenti che abbiamo fatto in questi anni- commenta la Mancinelli-. Certo, ci sarebbe bisogno di più investimenti per la manutenzione ordinaria e straordinaria della città, ma, in una situazione complicata dovuta a vicende straordinarie come il Covid, realizzare opere, mantenere in equilibrio il bilancio, chiudere positivamente e abbattere il debito storico è un risultato importante e per niente scontato».

La sindaca ha poi ricordato i 60 milioni di euro di finanziamenti ottenuti per le grandi opere ottenuti partecipando ai bandi. «Siamo riusciti a rispettare tutte le scadenze, abbiamo contrattualizzato tutti gli interventi relativi ai finanziamenti Pnrr, abbiamo aggiudicato i lavori tramite accordo quadro alle ditte che hanno vinto le gare. E lo abbiamo fatto in anticipo rispetto alla scadenza prevista, mentre altri comuni in Italia stanno riscontrando difficoltà». «Mi preoccupano le tappe successive per la realizzazione delle opere perché i cantieri che vediamo in giro per la città sono infiniti- dichiara Arnaldo Ippoliti, consigliere 60100-. Conoscendo come lavorate c’è il rischio di dover restituire le somme percepite».Il rendiconto della gestione per l’esercizio finanziario 2022 è stato approvato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cala il debito del Comune, Mancinelli: «Ci siamo riusciti nonostante la mole di investimenti», Ippoliti: «Preoccupati per il Pnrr»

AnconaToday è in caricamento