Coronavirus, Forza Italia: «Il caos è servito, occorre assessore alla sanità»

La posizione di Jessica Marcozzi e Francesco Battstoni sull'ordinanza emessa dalla giunta regionale e sospesa dal Presidente del Consiglio

Jessica Marcozzi

«Davvero difficile credere che sia successo. Eppure è successo. La Regione annuncia l'ordinanza per la chiusura delle scuole e viene stoppata dal premier. Tutto ciò è gravissimo». Jessica Marcozzi, capogruppo regionale FI, interviene sulla questione dell’ordinanza emessa dalla giunta regionale e sospesa sul nascere dal Governo. «Con conferenza stampa, in diretta social, dell’Amministrazione regionale viene annunciata la chiusura delle scuole dall'oggi al domani – continua la Marcozzi- migliaia di famiglie si mobilitano, chiamate ad organizzarsi in poche ore, molti lavorano e non sanno cosa fare. Ma poi arriva Conte e dietrofront per tutti. E il caos è servito: l'ordinanza serve o no? La domanda che si pongono ora i genitori, il personale scolastico, i bambini, la popolazione marchigiana tutta, è più che legittima. In un momento in cui servono assolta tranquillità e razionalità, senza alcun allarmismo, il Governo e l’Amministrazione regionale ci dicano davvero quale è lo stato dell’arte sul Coronavirus. Serve la chiusura delle scuole? Serve dunque anche la chiusura di tutti gli uffici e enti pubblici o no? I marchigiani, gli italiani meritano chiarezza. E ancora una volta i sindaci lasciati soli nel dover rispondere alle legittime domande dei cittadini».

«La telefonata del Premier Conte al Governatore Ceriscioli, è stato forse il momento più imbarazzante dell'intera legislatura che, possiamo dire, chiude coi botti». Questo il commento del Senatore Francesco Battistoni, commissario di Forza Italia per le Marche che prosegue, sulla sua pagina Facebook: «Scuole aperte, poi scuole chiuse e poi riaperte, tutto nel giro di un'ora. La chiave di lettura è una soltanto: le Marche non hanno una guida politica significativa e con il peso specifico che il territorio marchigiano merita. Per questi ultimi mesi che rimangono di governo, il suggerimento che posso dare al governatore è quello di lasciare la delega alla sanità e nominare un assessore, perché questo momento di criticità nazionale sul coronavirus non può essere affrontato così alla rinfusa»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento