life

Precostruita e tecnologica, da Castelfidardo la casa del futuro

Un progetto accolto e sostenuto dalla Camera di Commercio di Ancona nella persona di Giorgio Cataldi, da Confartigianato Ancona nella persona di Valdimiro Berlvederesi, da Legambiente nella persona di Andrea Bagalini e presentato da Luca Silenzi, Luca Mengucci e Paolo Mengucci

Prototipo casa M1

E se il futuro fosse caratterizzato da case con il massimo del risparmio energetico (classe A+), costruite con parti prefabbricate componibili senza la minima invasività nei confronti dell’ambiente? E’ questo il nuovo progetto presentato oggi (venerdì 26 giugno) al Seeport Hotel da parte della ditta fidardense Mengucci Costruzioni con Spacelab. Un progetto accolto e sostenuto dalla Camera di Commercio di Ancona nella persona di Giorgio Cataldi, da Confartigianato Ancona nella persona del presidente Valdimiro Berlvederesi, da Legambiente nella persona di Andrea Bagalini e presentato al pubblico dall’architetto Luca Silenzi, Luca Mengucci e Paolo Mengucci. Proprio quest’ultimo ha lanciato il progetto della case M1 con queste parole: «E’ necessario cambiare modello. Che sia riciclabile, essenziale, strategico, ma pur sempre legato al design perché è fondamentale in un’Italia famosa per la sua bellezza. I tempi in cui lo spreco era all’ordine del giorno e la ridondanza una moda sono finiti». 

E allora ecco le case M1, che s presterebbero per essere realizzate proprio in un contesto urbano come quello delle Marche perchè l’obiettivo principale non è quello di andare ad occupare altro terreno, ma di sostituire i vecchi conglomerati con le nuove abitazioni M1, componibili a seconda delle esigenze, fatti di materiali diversificati a seconda dell’ambiente (mattoni sulle coste e legno in montagna). Ma soprattutto essenziali, funzionali e super tecnologiche. Case pronte in massimo 14 settimane di lavori, chiavi in mano, come fossero auto.

Alcuni elementi di innovazione? Il Service Core, un modulo base che contiene cucina, ingresso e bagno in cui sono concentrati tutti gli impianti tecnici e Luca Silenzi, Luca Mengucci e Paolo Mengucci-2tecnologici, completo di tutti gli scarichi, alimentazione idrica e allacci per gli impianti elettrici «Dimenticate tutto il mondo degli elettrodomestici come siete abituati a pensarli oggi» ha detto Luca Silenzi. L’Adaptive Frame, un algoritmo che permette di calcolare tutte le caratteristiche strutturali della casa a seconda della zona geografica in cui ci si trova. Ma soprattutto l’Home Check, una vera e propria intelligenza artificiale capace di comandare a distanza, con un tablet, iphone o Apple Watch, qualsiasi impianto della casa e interagire con il proprietario. spariscono dal muro tutte le componenti impiantistiche che caratterizzano le case di oggi. Termostati, scatole impianti, collettori, valvole a zona sono invisibili, concentrate in un unico sistema elettronico che consentirà di cambiare la temperatura degli ambienti della casa, variare gli scenari di illuminazione interna ed esterna, rispondere al citofono,, ricevere le notifiche e gli alert degli impianti o governare altre funzioni, comodamente seduti sul divano o da qualunque parte del mondo. Tutto questo risparmiando fonti di energie e rispettando sempre di più l’ambiente.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precostruita e tecnologica, da Castelfidardo la casa del futuro

AnconaToday è in caricamento