Mercoledì, 16 Giugno 2021
life

Ambiente, nelle Marche 42mila frane dal 2011: l'allarme dei geologi

Nelle Marche mancano i geologi ma ce ne sarebbe sempre più bisogno perché il 99% dei comuni della regione è interessato da dissesti, ma proprio oggi l'ordine di riferimento ha lanciato l'allarme: i geologi sono sempre di meno

Pericolo Frana

Nelle Marche mancano i geologi ma ce ne sarebbe sempre più bisogno. Il motivo? Il 99% dei comuni delle Marche e' interessato da dissesti, con il 19% (1.600 kmq) di territorio a rischio idrogeologico e 42mila frane censite dal 2011. Peccato che proprio oggi in una conferenza stampo l’ordine dei geologi ha sottolineato come ci sia un sotto organico della figura professionale del geologo negli uffici dell'Ex Genio civile.

«Dal 2011 ad oggi si contano danni al territorio per 800 milioni di euro - ha il il presidente dell’ordine dei geologi Andrea Pignocchi - mentre si stima che ogni euro speso in prevenzione ne faccia risparmiare 100 per riparare i danni». Ma il dissesto non riguarda solo le zone collinari, al contrario una delle aree da monitorare maggiormente sono proprio i 180 km di costa, con un'erosione continua ai danni dei litorali e delle attività economiche. Senza contare gli interventi effettuati lungo i corsi d'acqua che hanno diminuito il trasporto solido verso mare, con un arretramento medio della riva dei fiumi di 50 metri. 

Dunque è sempre più necessario agire con un’adeguata difesa e prevenzione operando opere di difesa costiera e di contenimento delle arre fluviali. Ma per tutto questo, e qui torniamo al discorso principale, servono esperti geologi che, ad oggi, nelle Marche scarseggiano. Serve prima una cartografia adeguata alla pianificazione e poi si potrà passare alla messa in sicurezza del territorio di concerto con le istituzioni locali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente, nelle Marche 42mila frane dal 2011: l'allarme dei geologi

AnconaToday è in caricamento