Eventi

Regione, storie di resistenze a 70 anni dalla Liberazione: domani il primo appuntamento

L'evento, che si svolgerà ad Ancona nell'arco di tre giorni con 40 presenze internazionali, ha anche l'obiettivo di rendere una visione europea del movimento di Liberazione dal nazi-fascismo

Al via domani 23 aprile la manifestazione internazionale “Le Marche e l’Europa: storie di Resistenza a 70 anni dalla Liberazione” organizzata dal Forum permanente tra le Associazioni Antifasciste e Partigiane e gli Istituti di Storia delle Città Adriatiche e Ioniche in collaborazione con la Regione Marche.

L’evento, che si svolgerà ad Ancona nell’arco di tre giorni con 40 presenze internazionali dall’Ungheria, dal Belgio, dalla Slovenia, dalla Croazia, dalla Serbia, dal Montenegro, dall’Albania e dalla Grecia, vuole celebrare il 70° anniversario della Liberazione delle Marche e ha l’obiettivo di rendere una visione europea del movimento di Liberazione dal nazi-fascismo, coinvolgendo le istituzioni, il mondo della scuola e della formazione, la comunità delle Marche con un proprio specifico contributo di esperienze e conoscenze rispetto ad un patrimonio di memoria e valori condivisi. Si tratta anche di un importante contributo che l’Anpi e le associazioni antifasciste dell’area, insieme con la Regione, intendono dare al processo di realizzazione della Macroregione Adriatico Jonica, che proprio nel 2014 vedrà il suo riconoscimento definitivo in Europa.

Il primo appuntamento è dunque previsto per domani pomeriggio alle 15 al Ridotto del Teatro delle Muse dove si svolgerà il seminario di formazione per docenti delle scuole di ogni ordine e grado (in collaborazione con l’Istituto Scolastico regionale, l’Associazione Teatro Giovani e l’Istituto A. Cervi) dal titolo: “Per una pedagogia della Resistenza e della memoria democratica”. Interverranno due personaggi di straordinaria rilevanza: il prof. Raffaele Mantegazza, dell’Università Milano Bicocca, uno dei più importanti studiosi europei di pedagogia della memoria e dei movimenti ed organizzazioni neofasciste e neonaziste che stanno proliferando in Italia ed Europa e il prof. Hans Coppi jr, uno dei direttori del Memoriale della Resistenza di Berlino, ma  anche un testimone degli orrori del nazismo. Figlio di Hilde e Hans Coppi, nacque in un carcere nazista berlinese senza avere mai conosciuto i genitori, giustiziati dei nazisti in quanto componenti delle organizzazioni della Resistenza civile berlinese.

La giornata si concluderà  con il concerto, alle 21.30, della Banda Lavallière che proporrà un repertorio legato alla canzone popolare dell’’800 e del ‘900.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, storie di resistenze a 70 anni dalla Liberazione: domani il primo appuntamento

AnconaToday è in caricamento