Eventi

Chiaravalle, sala affollata per Maria Montessori: "Il suo insegnamento sfida per affrontare la crisi"

I relatori si sono soffermati sull'importanza della figura storica e sull'insegnamento della pedagogista chiaravallese, conosciuta in tutto il mondo e, per assurdo, molto più considerata all'estero che in Italia

Oltre 200 persone hanno partecipato, questo pomeriggio, al congresso “Maria Montessori, educare alla pace” organizzato da Uil Scuola Marche e Irase, in collaborazione con Fondazione Chiaravalle Montessori e con il patrocinio di Regione Marche, Comune di Chiaravalle e Università di Macerata.

Nelle Marche, appena 45 classi sono montessoriane. In tutto, in Italia, se ne contano 137 mentre sono 22mila le scuole montessoriane nel mondo (nidi, materne, elementari, medie e superiori). “Cercheremo di allargare – ha annunciato l’assessore regionale Marco Luchetti – i programmi di formazione per docenti in accordo con la Fondazione Chiaravalle Montessori”.

“Il superamento della difficile crisi attuale – ha detto Claudia Mazzucchelli, segretario regionale della Uil Scuola – passa attraverso la sfida al cambiamento, alla modernizzazione del sistema di istruzione, dei suoi metodi, dei suoi ruoli. La scuola deve avere la capacità di far crescere tutti garantendo capacità di rinnovarsi, flessibilità e a adattabilità. Strutture sulle quali tutti i soggetti, anche il sindacato, dovranno fondarsi”.

I relatori si sono soffermati sull’importanza della figura storica e sull’insegnamento della pedagogista chiaravallese, conosciuta in tutto il mondo e, per assurdo, molto più considerata all’estero che in Italia. Le sue basi sono spirito di libertà e autonomia della persona umana e non è un caso se se i fondatori di Amazon, Google e Wikipedia si sono formati in istituti a indirizzo montessoriano.

Dopo i saluti di rito del sindaco di Chiaravalle Damiano Costantini, che ha sottolineato anche l’aspetto turistico della figura di Maria Montessori per Chiaravalle, gli interventi dei relatori: Luciano Mazzetti (presidente del Centro Internazionale Montessori di Peruga), Fabrizio Petri (ministro plenipotenziario del Ministero degli Esteri), Noemi Ranieri (segretario nazionale Uil Scuola) e Piero Crispiani (docente di Pedagogia Speciale all'Università di Macerata).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiaravalle, sala affollata per Maria Montessori: "Il suo insegnamento sfida per affrontare la crisi"

AnconaToday è in caricamento