rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Economia

Universitari tra i campi, Coldiretti: «Marche tra le prime regioni con laureati alla guida di imprese agricole»

Venerdì 17 a Roma la finale nazionale degli Oscar Green: 16 finalisti e 3 vincitori marchigiani nelle precedenti 16 edizioni

ANCONA - Oltre 20mila occupati in agricoltura nelle Marche, il 27% ha meno di 40 anni mentre sono circa 1.500 le aziende agricole guidate da un imprenditore under 35. Aziende che hanno saputo affrontare meglio le crisi di questi anni di pandemia diversificando le attività, affiancando alla principale altre collaterali come la trasformazione, la vendita diretta, l’e-commerce, l’agriturismo o i servizi didattici, i tirocini, gli inserimenti lavorativi e tutti i progetti tipici dell’agricoltura sociale. Una visione moderna dell’imprenditorialità della terra in grado di sfruttare le nuove tecnologie per ampliare il mercato oltre i confini locali e nella stessa coltura dei campi attraverso nuovi macchinari che razionalizzano al meglio le risorse come acqua, fertilizzanti, fitosanitari. Non a caso le Marche sono tra le regioni con il più alto tasso di giovani laureati alla guida di un’azienda agricola (il 22,6%), dietro Umbria e Toscana e davanti alla Lombardia, secondo l’ultimo rapporto Ismea su “Giovani a agricoltura”. Nelle Marche nel biennio post Covid 400 nuove aziende condotte da un under 35 si sono iscritte alla Camera di Commercio regionale e dal 2016 a oggi circa 1000 giovani hanno partecipato ai bandi per il primo insediamento in agricoltura. Ora si è in attesa dei nuovi finanziamenti della programmazione 2021/2027. L’uscita dei bandi è prevista per giugno mentre è dei giorni scorsi l’avvio di Generazione Terra, la misura di Ismea che ha messo a disposizione 60 milioni di euro per l’acquisto di terreni per avviare nuove imprese agricole o favorire lo sviluppo e il consolidamento di superfici già utilizzate. Giovani capaci di fare impresa con idee innovative o trovare una occupazione all’aria aperta lontano dal traffico e dallo smog della città che saranno protagonisti venerdì 17 febbraio dalle ore 9 a Palazzo Rospigliosi a Roma in occasione della premiazione degli Oscar Green 2023. Sarà un vero e proprio salone della creatività Made in Italy con tanti agricoltori provenienti da tutta Italia chiamati a far vedere dal vivo e toccare con mano le ultime innovazioni del 2023. Un premio che ha visto, negli anni, le Marche grandi protagoniste con ben 16 finalisti nelle 16 edizioni passate e con le vittorie di Martina Buccolini nel 2013, di Jeffery Osoiwanlan nel 2018 e di Chiara Meriti nel 2020.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Universitari tra i campi, Coldiretti: «Marche tra le prime regioni con laureati alla guida di imprese agricole»

AnconaToday è in caricamento