Economia

Blocco Tir: i prodotti cominciano a marcire nei camion

Lo sciopero dei tir nelle Marche mette a rischio 1,2 milioni di chili di prodotti alimentari deperibili al giorno, tra frutta, verdura, latte, e via "sprecando". Problemi nei principali bacini della Regione

Lo sciopero dei tir nelle Marche mette a rischio 1,2 milioni di chili di prodotti alimentari deperibili al giorno, tra frutta, verdura, latte, e via “sprecando”.
Questa l’analisi della Coldiretti regionale sugli effetti del blocco dei trasporti sul nostro territorio, sulla base dei dati Istat relativi alla circolazione delle merci sulle strade regionali. Un problema che inizia a farsi sentire, soprattutto per quelle imprese agricole che producono ortaggi e che rischiano di vederli marcire se il blocco dovesse proseguire ancora.
Un’azienda di Corridonia, nel Maceratese, ha fermi cinque camion di insalata per un valore di 25mila euro in attesa di essere trasportata nei mercati. Tra pochi giorni, denuncia la Coldiretti provinciale, il prodotto potrebbe andare completamente a male, ma lo stesso problema interessa diverse decine di agricoltori della zona, uno dei bacini ortofrutticoli più importanti della regione.
Un danno economico rilevante in un momento già difficile per il settore.


Gli imprenditori agricoli, ricorda Coldiretti, risultano così tre volte penalizzati, a causa dell'aumento del costo del carburante, del blocco della produzione e/o della commercializzazione dei prodotti e perche devono assumersi anche il costo dello smaltimento. Ma il danno è anche per i consumatori, con gli scaffali dei negozi di generi alimentari che potrebbero svuotarsi delle merci deperibili. Secondo l’analisi Coldiretti su dati Istat, ogni anno il totale dei prodotti agroalimentari in partenza o in arrivo nelle Marche ammonta a circa 4,4 milioni di tonnellate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blocco Tir: i prodotti cominciano a marcire nei camion

AnconaToday è in caricamento