Comprare una casa all'asta ad Ancona, come fare e quanto si risparmia

Acquistare casa all'asta può sembrare una procedura solo per esperti. Ecco una guida su come fare e a chi ci si può rivolgere

Nel comune di Ancona sono circa 150 gli immobili all’asta, altri 50 a Castelfidardo, 60 a Osimo e un centinaio tra Senigallia, Loreto, Porto Recanati, Falconara, Chiaravalle. Tra capoluogo e provincia sono dunque circa 400 gli immobili sottoposti a questa procedura di vendita. 

Affittare agli studenti: ad Ancona rendita boom

Vivere in affitto: i quartieri di Ancona dove conviene

Come funziona l'asta giudiziaria

Per controllare se ci sono delle case all'asta è possibile controllare sul sito del Tribunale di Ancona, la presenza di immobili in vendita. Per tutti gli immobili viene messa a disposizione tutta la documentazione con la perizia di stima e tutte le caratteristiche dell'abitazione: dati catastali, planimetrie, eventuali vincoli e presenza o meno di un occupante. Successivamente viene comunicata la data e il luogo dell'asta (solitamente con più di un mese di anticipo), che avrà un prezzo di partenza, la cosiddetta 'base d'asta' che in media parte dai 150.000 euro ma che può scendere in alcuni casi anche a 50.000 euro. Un custode giudiziario viene delegato di gestire gli immobili pignorati, facendoli anche visitare eventualmente agli acquirenti.

Tipi di asta

Le aste sono di due tipi, con incanto e senza. Nel primo caso si tratta di aste pubbliche, mentre la seconda è a busta chiusa. Per partecipare basta presentare un'offerta, di solito contenente una cauzione del 10% e i documenti richiesti. Se è con incanto bisognerà presentare la cauzione, i documenti e presentare un documento con cui si dice che si parteciperà all’asta. Ovviamente in questo tipo di aste si va ai rilanci in caso di molteplici offerte. 

Aste immobiliari: pro e contro 

Il primo vantaggio di acquistare una casa all'asta è ovviamente il risparmio economico, che oscilla tra il 15 e il 40% sul valore reale dell’immobile (comprensivo delle spese di procedura a carico dell’aggiudicatario). L'acquisto è sicuro in quanto tutte le verifiche di sorta vengono fatte da un perito giudiziario e i documenti sono a disposizione delle persone interessate. Per le abitazioni acquistate all'asta non ci sono provvigioni da versare, né spese notarili e molto spesso ci sono anche dei finanziamenti proprio per le aste immobiliari. Tra tanti vantaggi però ci sono anche dei contro. Se si è alle prime armi in questo tipo di procedura potrebbe risultare difficoltosa. Ad Ancona un gruppo di professionisti del settore ha recentemente fondato il gruppo KT strategie immobiliari: notai, geometri, avvocati, agenti immobiliari e mediatori creditizi offrono assistenza sia nelle procedure di acquisto che nell’estinzione dei debiti. 


 

Potrebbe interessarti

  • Anziani in casa, occhio ai pericoli: il vademecum per la loro sicurezza

  • Abbellire i mobili con la carta da parati, idee pratiche per farlo in poco tempo

I più letti della settimana

  • Scarafaggi in casa, la disinfestazione può aspettare: come liberarsene da soli

  • Formiche in casa? Prova con l'aglio: i rimedi naturali per allontanarle

  • Anziani in casa, occhio ai pericoli: il vademecum per la loro sicurezza

  • Acqua e detersivo non bastano, come pulire la lavastoviglie e allontanare i cattivi odori

  • Casa al mare: mobili, colori e trucchi per l'arredamento giusto

  • Abbellire i mobili con la carta da parati, idee pratiche per farlo in poco tempo

Torna su
AnconaToday è in caricamento