Football, al Mandela arriva la classica della palla ovale

Per la quinta partita di fila di questa strana stagione della compagine adriatica, arriva un altro avversario "blasonato" e considerato di prima fascia: i Panthers Parma,

Dopo i due stop consecutivi a Milano i Gls Dolphins Ancona, in scena sabato 01 aprile alle ore 17 opposti ai Panthers Parma al  Mandela per il secondo turno consecutivo tra le mura amiche, sono tornati ad assaggiare il dolce sapore della vittoria. Nello scorso turno di campionato, infatti,  opposti ai Marines Lazio i ragazzi di coach Rotelli, tra mille difficoltà, sono usciti vincitori dopo un incontro entusiasmante e combattuto che ha galvanizzato il folto pubblico sugli spalti che in più occasioni ha applaudito per lo spettacolo offerto dalle due pretendenti in campo. Una sfida, quella tra dorici e laziali, ormai da considerare tra le classiche della palla ovale, che ha visto la Rotelli-band prevalere di misura ( (32-27) contro degli avversari comunque mai domi, che sono stati in partita fino in fondo e che a tratti sono stati avanti nel tabellino rispetto ai padroni di casa. Probabilmente le sconfitte subite contro avversari di prima fascia in Lombardia, Rhinos e Seamen, avevano, in qualche modo  minato le certezze tecniche dei marchigiani, che hanno faticato a lungo prima di ritrovare la quadra e aggiudicarsi il match. Indubbiamente una vittoria voluta e raggiunta con il cuore di chi in campo non si è risparmiato, ed è riuscito a mettere sul rettangolo di gioco tutto quello che aveva.

Ora però per la quinta partita di fila di questa strana stagione della compagine adriatica, arriva un altro avversario "blasonato" e considerato di prima fascia: i Panthers Parma, altra formazione "nobile" della palla "lunga un piede". I parmensi, al loro quarto impegno stagionale, al momento restano a ridosso delle suddette milanesi e Bolzano, con all'attivo due vittorie, una di misura con gli Uta Angels Pesaro (3-0)  nella prima di campionato, e l'altra, la scorsa settimana, nella quale hanno letteralmente travolto Guelfi Firenze (14-44). Unica macchia finora nel cammino della IFL 2017 per la formazione del presidente Tira, la sconfitta a domicilio subita dai Rhinos Milano (23-15). In considerazione della spessore della compagine emiliana, che anche se non parte con i favori del pronostico dei famosi "addetti ai lavori" in questa stagione ,dopo diversi anni di dominio nel campionato di massima divisione del football americano, risulta essere avversario di tutto rispetto sia per collettivo di cui dispone che per alcune individualità tecniche di diversi componenti della formazione parmense a cominciare per esempio dal quarterback italiano Monardi, al ritrovato runninback Malpeli Avalli e al potente lineman Bernardoni, che probabilmente dovrà saltare l'incontro odierno a seguito dell' espulsione rimediata la scorsa settimana per un fallo di gioco a Firenze. Altra probabile defezione per la formazione ospite potrebbe essere quella del ricevitore statunitense Durham che ha subìto un infortunio nelle gare precedenti. In casa adriatica invece, dopo l'incontro con i Marines, giocato punto a punto, sembra ci siano diversi acciaccati a cominciare da "Iron" Mike Marchini, autore di due touch down la scorsa settimana, e solita spina nel fianco delle secondarie avversarie, il runningback Davide Gatto che era già uscito malconcio dall'ultima performance a Milano, e lo stesso Kasdorf di cui lo staff tecnico dorico auspica un recupero in extremis per una forte contusione rimediata al polso sinistro.

Già out il lineman Palloni , frattura del metacarpo, il coaching staff anconetano spera nel recupero di un altro uomo di linea, Pannella, fuori dalla prima di campionato per uno strappo muscolare. Fuori anche il lineman Caruso che è stato fermato in settimana a titolo cautelativo a seguito dell' esito positivo dei controlli antidoping. Naturalmente a seguito di questa specie di "epidemia"   che sta mietendo vittime a piene mani tra gli uomini di linea in casacca verdarancio, ci sarà spazio per molti giovani promettenti che provengono dal settore giovanile della compagnie marchigiana. I precedenti tra le due formazioni in campo sabato pomeriggio risultano datati, se si fa salvo lo scontro tra le Under 19 della scorsa stagione quando i parmensi nei quarti di finale si imposero in modo rotondo  sulla pari formazione dei Gls Dolphins nel dicembre scorso, e bisogna risalire al 2013 per gli ultimi incontri  tra le squadre maggiori e anche in quel caso si trattava di girone unico per la massima divisione. Delfini e Pantere si incontrarono sia in regular season allora nel mitico stadio Dorico con un successo a sorpresa dei marchigiani e poi in post season nell'ultima semifinale scudetto raggiunta dai dorici nella quale però vennero eliminati dalla formazione di coach Papoccia, dopo essere stati per buona parte dell'incontro in vantaggio. Alla vigilia gli ingredienti per assistere ad un'altra partita interessante e coinvolgente, che può dire molto su entrambe le protagoniste e svelare le possibili ambizioni di ognuna delle sfidanti in campo, sembrano esserci tutti e sicuramente sarà una giornata di piacevole football per i molti supporters dorici che non faranno mancare il loro calore dalle tribune del Mandela ai loro beniamini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento