rotate-mobile
Politica

Brandoni assessore regionale, insorgono le liste civiche falconaresi: «Ricordate la sentenza del Garante?»

La posizione in una nota delle liste civiche Cittadini in Comune/Falconara Bene Comune e SiAmo Falconara Sinistra in comune

FALCONARA - «Immaginiamo che la valorizzazione dell’ex sindaco di Falconara - Goffredo Brandoni - da parte del Presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli sia stata preceduta da un sistema di valutazione dei meriti e dei demeriti dell’ex sindaco». Lo scrivono in una nota le liste civiche Cittadini in Comune/Falconara Bene Comune e SiAmo Falconara Sinistra in comune. 

«È noto che la politica e i politici scadenti sono molto attenti alle convenienze e, per questo, usano la furbizia di mascherare i demeriti- continua la nota- Acquaroli sembra aver fatto proprio così riguardo alla nomina di Brandoni ad Assessore al Bilancio e al Personale della Regione Marche. Infatti per il Governatore sembra non esistere la sentenza del Garante per la Protezione dei Dati Personali che ha sanzionato l’ex Comandante della Polizia Municipale di Falconara - uomo scelto da Brandoni nel 2016 - per aver illecitamente divulgato i dati personali di un suo dipendente. La vicenda risale al 2017 quando Brandoni, in qualità di Sindaco ed a conoscenza della denuncia dell’illecito, sarebbe potuto intervenire per spostare ad altro incarico il Comandante della municipale. Non lo fece convinto che il suo Comandante avesse agito correttamente. Convinzione sbagliata- continua la nota- che ha fatto arrivare l’illecito sul tavolo del Garante il quale lo ha riconosciuto come tale ed ha condannato l’Amministrazione comunale alla sanzione di 10.000 euro in quanto legale rappresentante pro-tempore (Ordinanza 9543161 GPDP 14 gennaio 2021). Addirittura Goffredo Brandoni continuò a difendere l’operato del suo Comandante in Consiglio comunale confermandone la fiducia (unitamente al Sindaco Signorini) anche dopo la prima sentenza del Garante».

«Una vicenda che tiene insieme le sue competenze sul Personale e sul Bilancio di una amministrazione pubblica- conclude la nota- non solo: per il Governatore Acquaroli è risultato normale che Goffredo Brandoni, nel 2018 in qualità di Sindaco di Falconara, abbia rivelato nel corso di una conversazione telefonica i nomi e l’appartenenza politica di due cittadini (dati sensibili!) ad una terza persona (l’Amministratore Delegato di API raffineria) senza il consenso degli interessati.Il Governatore marchigiano ha ritenuto altrettanto normale che Goffredo Brandoni, sempre come Sindaco e nella stessa conversazione telefonica del 2018, abbia rivelato all’AD di API raffineria i nomi delle persone che si lamentavano per le esalazioni dell’azienda stessa. Come normale ha considerato che l’ex Sindaco abbia rivelato - sempre allo stesso AD - come il Comune da lui amministrato gestiva le segnalazioni dei cittadini che riguardavano anche quella azienda»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brandoni assessore regionale, insorgono le liste civiche falconaresi: «Ricordate la sentenza del Garante?»

AnconaToday è in caricamento